UFFICIO TRAFFICO

Esplode autocisterna mentre scarica GPL in un distributore sulla Salaria: 2 morti e 17 feriti

5 dicembre 2018

Esplode un’altra autocisterna e stavolta purtroppo, contrariamente a quanto avvenuto il 6 agosto a Bologna, il bilancio è più tragico: per ora si parla di due morti, un vigile del fuoco e un passante ucciso dalle fiamme mentre transitava in auto, e 17 feriti, tra i quali compaiono sette vigili del fuoco giunti da Poggio Mirteto e Montelibretti e personale del 118. Tre dei feriti risulterebbero in codice rosso.

Per quanto si sa il tutto sarebbe iniziato intorno alle 14.30, mentre il camion con cisterna stava scaricando GPL  per rifornire il distributore. E lì, per ragioni non meglio chiarite si sarebbero propagate le prime fiamme e quindi sarebbero stati chiamati i primi interventi dei vigili. Senonché dopo un tempo imprecisato sarebbe avvenuta l’esplosione proprio mentre si prestavano i primi soccorsi. La deflagrazione è stata così violenta, da far sbalzare di diverse decine di metri non soltanto l’autocisterna, ma anche il camion dei vigili del fuoco sopraggiunto nel frattempo, mentre un furgone e un paio di vetture parcheggiate sono state letteralmente polverizzate dal rogo. 

La strada Salaria, per facilitare le operazioni di soccorso e per ragioni di precauzionali, è stata chiusa in entrambe le direzioni tra Borgo Quinzio, nel comune di Fara in Sabina, e Borgo Santa Maria, nel comune di Montelibretti, tra le province di Rieti e Roma, dal chilometro 38 al chilometro 41.500. Il timore è che potessero esserci delle altre esplosioni, ma al momento attuale sembra che i vigili siano riusciti a domare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home