LOGISTICA

Dall’economia dei trasporti alla politica economica

11 aprile 2012

È possibile, nel mondo globale di oggi, continuare a pensare ai trasporti solo collegandoli al traffico, agli incidenti, agli scioperi? Perché non prestare invece maggiore e debita attenzione alla loro funzione, forse meno visibile, ma economicamente più rilevante, di volano dell’economia?
La mobilità di merci e persone è sempre più un fattore economico determinante per lo sviluppo: un sistema di trasporto fluido e funzionale lungo tutta la catena produttiva abbatte i tempi morti, rende i nostri prodotti più competitivi, avvicina i mercati finali.
Eppure ci sono voluti quasi quaranta anni perché le valutazioni e le analisi in tema di mobilità si staccassero dalla «politica dei trasporti» per arrivare alla «politica economica». Un cammino iniziato negli anni Settanta che Rocco Giordano (docente di Economia dei trasporti presso l’Università di Salerno, presidente del Comitato scientifico della Consulta per l’autotrasporto e la logistica, responsabile Studi e Ricerche per la logistica e la sicurezza del Comitato centrale dell’Albo degli autotrasportatori, direttore della rivista on line Sistemi di Logistica) raccoglie nel volume «Dall’Economia di trasporti alla Politica economica», rimarcando che tre sono i capisaldi di analisi su cui concentrare gli sforzi: l’accessibilità dei territori, la connettività delle reti, le regole e il mercato.
Nella globalizzazione degli scambi, le politiche industriali hanno infatti bisogno di sistemi di logistica efficienti, capaci di tenere tesa la corda del valore e assicurando il rispetto dei tempi in relazione alle richieste dei diversi attori della catena.




Dall’Economia dei Trasporti alla Politica Economica

a cura di Rocco Giordano

Giordano Editore

332 pagine - 30,00 euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home