UFFICIO TRAFFICO

23 marzo: o riapre la E45 o l'autotrasporto organizzerà un corteo di Tir Lumaca

11 marzo 2019

23 marzo: segnatevi questa data sul calendario. Perché il 23 marzo scadono i trenta giorni indicati il 14 febbraio dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, come la data per la riapertura della E45, interrotta all’altezza del viadotto Puletotra Canili e Valsavignone dallo scorso 15 gennaio. Ma il 23 marzo è anche la data in cui il Comitato di Coordinamento di Assotir Perugia ha indetto una manifestazione di Tir Lumaca da far transitare lungo la E45, proprio per protestare contro la chiusura di questa superstrada nel tratto ricordato ai veicoli superiori alle 3,5 ton (per quelli di tonnellaggio inferiore il transito è stato riaperto dal 13 febbraio) e quindi contro i notevoli disagi che sta causando agli autotrasportatori

Quali disagi? Il presidente di Assotir Perugia, Nicola Storti, risponde in modo puntuale che «per i trasportatori i problemi più rilevanti riguardano sostanzialmente la percorrenza della tratta corta fino a Ravenna, perché sono costretti a percorrere circa 40 km in più rispetto al percorso normale. E più chilometri di percorrenza comportano un aumento delle ore di guida oltre ai maggiori costi del pedaggio autostradale che i camionisti dicono di non riuscire a ribaltare sulla committenza».

Insomma, a questo punto o riapertura o corteo. Secondo voi, qual è lo scenario più probabile?

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home