ACQUISTI

Renault EZ-POD, il primo robot-veicolo per la mobilità urbana

16 maggio 2019

La Casa francese presenta un piccolo robot-veicolo autonomo, connesso e 100% elettrico, ideato per il trasporto di persone o merci su brevi distanze caratterizzato da un ingombro ridotto e notevole agilità nel soddisfare le esigenze di mobilità del primo e dell'ultimo miglio

La micromobilità si sta reinventando e Renault svela EZ-POD, un veicolo esplorativo elettrico e autonomo per spostamenti on demand su brevi distanze, a velocità limitata.

Progettato per il trasporto di persone o la consegna di merci, il concept EZ-POD punta a massimizzare l'utilizzo in relazione allo spazio occupato al suolo che è di soli 3 m2.

Velocità limitata, compattezza e agilità fanno di Renault EZ-POD un sistema di trasporto adatto ad ambienti pedonali, come aeroporti, parcheggi o centri commerciali, ed è proprio in questi contesti che sarà testato, all’interno di aree dedicate. In futuro, Renault EZ-POD potrebbe essere autorizzato ad accedere a determinate strade pedonali o ad accostarsi, a velocità molto ridotta (~6km/h), agli ingressi di edifici o di case per avvicinarsi a persone a mobilità ridotta (anziani con pacchi della spesa, persone con bambini o bagagli...) o come follower nel caso di un’app di consegna tipo "follow me good delivery".

Costruito sul telaio del Twizy, Renault EZ POD si ispira alle linee della concept car EZ-GO e al concetto di piattaforma modulare di EZ-PRO. L'utilizzo di una piattaforma al 100% elettrica Twizy ha rappresentato una sfida tecnica in termini di compattezza, per eliminare il posto guida e integrare la tecnologia autonoma. La bassa velocità e i primi test hanno permesso di razionalizzare il numero di sensori. 100% elettrico e a guida autonoma, il Renault EZ-POD è equipaggiato con una telecamera e un lidar sul frontale a cui si aggiungono radar a corto e lungo raggio situati dietro le fasce anteriori e posteriori per una percezione a 360° dell’ambiente circostante. Inoltre dispone di due antenne e GPS per la localizzazione in tempo reale e la connettività. Ideato innanzitutto come piattaforma robotizzata e automatizzata, Renault EZ-POD è stato progettato come complemento per il primo e l'ultimo miglio del trasporto persone ma può trovare applicazioni anche nella consegna di merci.

Sempre in tema di veicoli commerciali sperimentali, elettrici, connessi, compatti e maneggevoli, partirà in questi giorni la sperimentazione del Renault EZ-FLEX, (presentato ad aprile scorso), avviata con le Poste francesi.

Ogni giorno, i postini circolano nei centri urbani, parcheggiano, entrano ed escono dai loro veicoli più di 100 volte, caricando e scaricando pacchi. Un iter che si ripete e si intensifica, grazie alla crescita dell’e-commerce e che necessita di consegne veloci e non inquinanti. Con questo “sogno nel cassetto” Renault e le Poste francesi hanno dato il via a un progetto per soddisfare le esigenze di mobilità dell'addetto alle consegne. A queste esigenze risponde il Renault EZ-FLEX, compatto, maneggevole, elettrico e, soprattutto connesso. I numerosi sensori di cui dispone il mezzo permetterà la raccolta e l'analisi dei dati relativi all’utilizzo e ai percorsi, al chilometraggio, all’autonomia, alla velocità e al numero di soste, per comprendere meglio la realtà dell’attività delle consegne quotidiane. Dati che saranno analizzati alla luce del feedback dei postini  utilizzati per adattare il veicolo commerciale alle sfide della consegna urbana del futuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home