ACQUISTI

La Sevel di Atessa ospita il tour «Salute al Maschile»

10 luglio 2019

La fabbrica, dove dal 1981 nasce il Ducato, ospita l'iniziativa della Fondazione Umberto Veronesi per promuovere la lotta ai tumori maschili. Più di 400 consulti urologici erogati gratuitamente nelle prime sei tappe del tour nazionale. I dipendenti organizzano un flash-mob

Lo stabilimento Sevel di Atessa (Chieti), dalle cui linee esce il Fiat Ducato, è stato protagonista di un simpatico flash-mob organizzato dai dipendenti in occasione dell'iniziativa «Salute al Maschile» (SAM) il progetto di Fondazione Umberto Veronesi nato nel 2015 per promuovere la lotta ai tumori maschili, cui partecipano Fiat Professional con il versatile Ducato e gli urologi affiliati a Fondazione SIU Urologia Onlus.

Sul prato della fabbrica si sono schierati oltre 200 dipendenti che hanno dato così vita al famoso fiocco blu, simbolo a livello mondiale della prevenzione del cancro alla prostata. Lo stesso nastro era stato riprodotto qualche giorno fa con 23 Ducato.

Fiore all'occhiello dell'industria italiana, lo stabilimento Sevel conta circa 6.400 lavoratori la cui età media è di 45 anni e quasi l'80% sono uomini; la platea ideale per illustrare l'importanza della prevenzione oncologica, di uno stile di vita corretto e di una sana alimentazione.

Prosegue così il tour nazionale nato per sensibilizzare il pubblico maschile, di tutte le età, sull'importanza della prevenzione nella lotta ai tumori. Dopo aver toccato Torino, Verona, Genova, Firenze e Bologna, la rassegna itinerante è arrivata prima a Pescara, per poi essere ospitata da oggi fino al 10 luglio ad Atessa nel più grande stabilimento di veicoli commerciali leggeri d'Europa, che dal 1981 produce il Ducato di Fiat Professional, inclusa l’evoluzione MY 2020 lanciata pochi giorni fa.

Per l’occasione alcuni esemplari di Ducato, sulla cui livrea spicca il nastro blu tra due mani, sono allestisti ad hoc per erogare, gratuitamente, servizi di consulenza medica al pubblico: sino a oggi sono stati percorsi circa 1.500 km ed eseguiti più di 400 consulti urologici. Oltre a luoghi cittadini di grande passaggio, in ogni tappa i due mezzi sono posizionati anche davanti ad alcuni dealer locali dove è possibile prenotare un check-up del proprio veicolo, affidandosi agli specialisti di Mopar - il brand di FCA dedicato ai prodotti e servizi postvendita per tutti i veicoli del Gruppo. Dopo l’appuntamento in Abruzzo, i due Ducato proseguiranno il loro viaggio in direzione Lecce.

Per maggiori informazioni sulle prossime tappe è possibile consultare il sito della Fondazione Umberto Veronesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home