ACQUISTI

SuperTruck, l'unione fa la forza... anche negli pneumatici

11 luglio 2019

Alcuni rivenditori di pneumatici si uniscono in un Consorzio con una multinazionale come Prometeon per alzare il livello e la qualità del loro servizio e garantire ai trasportatori risposte migliori. Oggi partono in 6, per diventare 60 nel 2020 e coprire l'Europa entro due anni

Accrescere la forza dei singoli unendo le loro forze. È una modalità operativa antica come l’uomo. Nessuno, però, finora aveva provato a declinarla all’interno dell’universo dei rivenditori di pneumatici per trasporto pesantePrometeon, il gruppo multinazionale che ha in pancia brand di profilo premium come Pirelli e, da qualche mese, anche Anteo (pneumatico dal perfetto equilibrio tra qualità e prezzo), ha deciso, pure in virtù della crescente penetrazione raggiunta sul mercato italiano, che i tempi fossero maturi per costituire un’entità sociale paritetica insieme ad alcuni suoi dealer. Questa entità ha preso la forma del Consorzio, si chiama SuperTruck e da domani, quindi, questo logo troverà spazio nelle insegne di sempre più punti vendita e assistenza di pneumatici. Il primo in assoluto ha tagliato il nastro lo scorso 9 luglio, presso la Pneusmarca di Villorba (alle porte di Treviso), dove si sono dati appuntamento i soci fondatori anche per ufficializzare la nascita del Consorzio. Per ora sono sei, ma Marco Solari, CEO di Prometeon in Europa, si è detto sicuro che entro la fine dell’anno il numero dei consorziati (e quindi dei punti vendita) supererà quota 20, per lievitare fino a 50-60 entro il 2020

Ora è certo che l’autotrasportatore che si recherà in uno di questi centri troverà qualcosa di  diverso, frutto di quel valore aggiunto che soltanto un’aggregazione è in grado di garantire. Ma cerchiamo di capire in che senso tramite qualche esempio. 

Pensate a un’azienda di autotrasporto di Napoli, che ha un gommista di riferimento nella stessa provincia, ma poi per forza di cose viaggia. E nel corso di una missione incappa con un problema a uno pneumatico. A quel punto il suo gommista di fiducia – come ha chiarito Daniele Favaro, titolare della Pneusmarca – può attivarsi per cercare di trovare qualcuno in grado di rimettere il veicolo in movimento, ma un conto è promettere un generico intervento (approssimativo per tempistica ed efficacia), un conto è poter dire che un altro operatore identificato con lo stesso marchio e con la medesima operatività arriverà entro tempi certi a risolvere ogni problema. In pratica è come se il singolo dealer consorziato riuscisse, tramite il consorzio, a coprire una rete territoriale decisamente allargata e che da solo non potrebbe mai gestire. Ma soprattutto in questo modo il trasportatore ha la possibilità di vedersi garantita un’assistenza in ogni angolo della penisola. E non solo. Perché se oggi il Consorzio SuperTruck muove le mosse in Italia, domani – nel senso letterale del termine – si allargherà inizialmente in Polonia e poi, tempo due anni, tenderà a coprire l’intero continente europeo.

In più, il singolo trasportatore potrà ricevere una serie di servizi dedicati, a partire dal gestionale finalizzato a calcolare in dettaglio i suoi costi operativi e l’incidenza su questi delle gomme, direttamente dal gommista SuperTruck sotto casa, senza dover stabilire relazioni con entità distanti. O ancora, potrà accedere a prodotti dedicati, visto che la gamma di pneumatici a marchio Formula di Prometeon sarà gestita in esclusiva dai rivenditori del Consorzio e quindi a condizioni di tutto interesse.

E non è tutto, perché nel momento in cui il trasportatore andrà ad acquistare più treni di pneumatici e magari avrà bisogno di un finanziamento, a quel punto potrà accedere a condizioni sicuramente migliori a quelle che potrebbe garantirgli un singolo rivenditore. Per il semplice fatto che la presenza nel Consorzio di una multinazionale come Prometeon, è in grado di esprimere un rating migliore e quindi di “pagare” il denaro qualcosa in meno rispetto a quanto potrebbe fare una qualunque azienda di ridotte dimensioni. E qui bisogna pure chiarire che non si tratta di esempi generici, perché realmente SuperTruck, per il tramite del costruttore, ha ottenuto da un istituto come BNP Paribas, condizioni ottimali di finanziamento da girare poi ai trasportatori che ne facciano richiesta. 

Infine, si può ricordare che alcuni costi di intervento dei dealer SuperTruck potranno essere contenuti grazie al fatto che i consorziati tratteranno tutti insieme con i loro fornitori, facendo quindi quegli acquisti collettivi in grado di ottenere condizioni migliori in termini di prezzo. E altri benefici deriveranno dall’opportunità di gestire al plurale una serie di attività promozionali (pubblicità, partecipazione a fiere, ecc) che finiranno per incidere in percentuale minore sui bilanci dei consorziati e richiedere quindi un ricarico più modesto.

Si tratta di esempi, di situazioni quotidiane che già da domani si potranno trovare a vivere diversi trasportatori. Ma non è detto che, strada facendo, non si individueranno ulteriori piani sinergici. Un altro, già programmato e in fase di lancio dall’anno prossimo, riguarderà la creazione di un’organizzazione commerciale del Consorzio, finalizzata a conquistare appalti e tender di grandi aziende di trasporto. E anche qui la forza della rete apporterà benefici all’intera filiera.
In definitiva, allora, SuperTruck è un marchio di rivenditori di pneumatici (in qualche caso in esclusiva), ma è anche uno standard qualitativo di servizi e pure l’emblema di una presenza diffusa su un territorio sempre più allargato. Ma in fondo SuperTruck è anche l’espressione di una filosofia operativa che l’intero autotrasporto, visto il nanismo imprenditoriale di cui è ancora affetto, avrebbe bisogno di riscoprire per accrescere la sua competitività su scala continentale. Perché – come ha perfettamente sintetizzato lo stesso Favaro – «ognuno a casa sua si sente una sorta di supereroe, superiore a tutti gli altri. Ma quando, invece di rimanere indipendente e isolato, riesce a mettersi insieme ad altri, a fare quello cioè quelli che fanno i supereroi quando si muovono in gruppo in veste di Avengers, a quel punto si scopre di disporre di una forza ancora maggiore».

I soci fondatori del Consorzio SuperTruck sono, oltre a Prometeon, Industrial Gomme Group (Bedizzole BS), G.D. Gomme (Magnano MI), Pneusmarca (Villorba TV), Rinaldi Gomme 2012 (Suisio BG), T Pneumatici (Avezzano AQ) e Spiezia Tyres (Nola NA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home