ACQUISTI

Successo del Raduno mondiale Unimog: 257 veicoli e 3.400 presenze

19 settembre 2019

Patrocinata da Mercedes-Benz, l’edizione 2019 è la prima in Italia e si è svolta a Somaggia (Sondrio), dal 13 al 15 settembre

L’Unimog Welt ha fatto tappa per la prima volta in Italia. L’UCI (Unimog Club Italia) ha avuto infatti l’onore di organizzare quest’anno il Raduno mondiale Unimog dello storico Club Gaggenau e V, una premiere per la nostra Penisola. Patrocinato da Mercedes-Benz Italia, l’evento si è svolto nella frazione del comune di Samolaco, in località Somaggia (provincia di Sondrio).

Al Raduno erano presenti 257 off-road della casa tedesca, tra cui alcuni rari esemplari come gli Unimog 2010 degli anni ’50, esposti da CMP, e 3.400 tra partecipanti e visitatori. Il viaggio più lungo per arrivare a Somaggia è stato quello di Ingvar Palmquist, che da Stoccolma (Svezia) ha percorso oltre 2.000 km con un Unimog 416: «Ci ho messo una settimana - ha detto Palmquist - un periodo di tempo che mi ha permesso di visitare i Paesi che ho attraversato, con il piacere di viaggiare e senza l’angoscia di dover correre».  Dal Giappone invece il fan giunto da più lontano: Buntai Saikawa di Kobe.

Per tre giorni, dal 13 al 15 settembre, l’assolata Valchiavenna è stata così “colonizzata” dagli appassionati dell’Universal-Motorgerät (in tedesco: veicolo universale a motore), in una kermesse che ha esibito, su di un’area di circa 35.000 mq, esposizioni di veicoli, aziende di settore e prodotti tipici. Cuore pulsante del Raduno il bivacco, una zona dove i partecipanti si sono accampati e dove ha preso vita una fitta relazione sociale, con racconti di vita vissuta, scambio di consigli ed esperienze del “dinosauro dei fuoristrada”.

Molto interessanti anche i percorsi esterni predisposti dall’UCI, tra cui la visita al Centro Spaziale Lario, che gestisce le comunicazioni con i satelliti in orbita geostazionaria, al museo dei Vigili del Fuoco di Chiavenna, con i veicoli storici dei pompieri, tra cui un Unimog 404.0 ancora funzionante, e ad alcuni tra i più suggestivi luoghi della zona. L’happening si è ufficialmente chiuso domenica con il pranzo che si è tenuto presso il Crotto di Samolaco, di proprietà dell’omonimo comune.

Oltre a Mercedes-Benz Italia, numerosi gli sponsor della manifestazione: Merbag, Dieselmotori, Geastar Vendrame, CMP, Konig, Sama, ABC Tools, Dartemis Villa Contis Kennel, Galli Ezio, FP Telematica, Fassi, La Brace e Brivio Viganò .

René Dusseldorp, vicepresidente del Club Gaggenau e V, ha ringraziato l’UCI per l’ottima organizzazione e gestione dell’evento che «ha rappresentato in pieno lo spirito che unisce tutti i membri dell’Unimog Club», mentre Pietro Anghileri, presidente dell’Unimog Club Italia, ha sottolineato il successo della kermesse e ha svelato che parte del ricavato verrà devoluto alla Cooperativa sociale Tremenda XXL, gestita da don Gigi Pini, ed alla Galleria Storica dei Vigili del Fuoco di Chiavenna.

 

foto: Paolo Baraldi

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home