LOGISTICA

Distretto ceramiche, sbloccata la bretella Campogalliano-Sassuolo

24 settembre 2019

Qualcosa si muove sul fronte delle nuove infrastrutture. Al 37° Cersaie - Salone internazionale della ceramica, aperto oggi a Bologna, è stato annunciato che il Governo ha firmato il progetto esecutivo della bretella Campogalliano-Sassuolo, il tanto atteso asse autostradale di 15 km tra l'A22 e la SS 467.

È una notizia che il distretto di Sassuolo - dove si concentra l’80% della produzione nazionale di piastrelle - attendeva da molti anni, perché permetterà di rendere più fluido il traffico di oltre 4mila camion che ogni giorno intasano e inquinano il più importante Polo ceramico occidentale, Ma della Bretella beneficeranno anche gli scali ferroviari di Marzaglia e Dinazzano, che raddoppieranno il ricorso al ferro e all'intermodalità per trasportare i prodotti ceramici a livello mondiale. L’importanza dell’opera da 516 milioni di euro è testimoniata dal fatto che l'85% del fatturato del settore è dovuto ai mercati esteri e che, su 5,4 miliardi di fatturato 2018, 4,6 riguardano l'export di piastrelle.

A dare l'annuncio ieri, nel convegno inaugurale di Cersaie, è stato il ministro della Infrastrutture Paola De Micheli, che ha precisato come «possano essere necessari piccoli correttivi sul progetto definitivo e comunque ci sarà un tavolo per la definizione, metro per metro, del percorso. Ma intanto si può partire».

Per il taglio del nastro ci vorranno quattro anni, dopo quasi vent'anni di iter procedurali.

A breve dovrebbero arrivare notizie anche sul Passante di Bologna ed inoltre entro fine mese si prevede l'uscita del bando di gara per i lavori di approfondimento dei fondali del porto di Ravenna, altra opera essenziale per i ceramisti, perché vi arrivano argilla e materie prime dall'Est.

Il governatore dell'Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ha infine informato la platea che “tra pochi giorni sarà firmato il progetto definitivo della Cispadana, autostrada regionale per collegare velocemente all'Europa non solo il distretto ceramico, ma anche quello biomedicale, unendo Autobrennero e A13”. È stato trovato l'accordo per i 300 milioni di euro che mancavano per la sua realizzazione (1,35 miliardi il costo totale dei 67 km, ndr) e la Conferenza dei servizi verrà convocata entro Natale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home