UFFICIO TRAFFICO

Senza assicurazione, senza dischi e con ruote lisce: collezione di sanzioni per autista reggiano

25 ottobre 2019

Più che un autista era un collezionista l’uomo fermato stamattina, a Quattro Castella (Reggio Emilia), dalla polizia stradale dell’Unione Terre Matildiche, mentre era al volante di un camion risultato essere di proprietà di un’azienda produttrice di ceramiche. Perché per prima cosa gli agenti gli hanno chiesto l’assicurazione e la polizza mostrata dall’autista era scaduta da più di un anno e mezzo. A quel punto hanno chiesto di mostrare i dischi del tachigrafo, visto che il veicolo – abbastanza datato – non disponeva di strumento digitale, ma anche qui l’uomo non ne aveva nemmeno uno. 

Quindi hanno dato uno sguardo alle condizioni generali del veicolo e si sono accorti che gli pneumatici erano praticamente lisci. E anche qui l’uomo si è limitato ad allargare le braccia.

A quel punto gli agenti si sono fermati, hanno sequestrato il camion, hanno sanzionato azienda e autista per 2.000 euro e questi hanno anche tolto 11 punti di patente. E considerato tutto, non gli è neanche andata malissimo.

C’è però un dettaglio che veramente lascia sgomenti. Gli agenti hanno deciso di fermare il camion di ceramiche perché si sono accorti che stava segnalando con i fari ai veicoli provenienti in direzione opposta la presenza della pattuglia di controllo. E per uno che viaggiava in quelle condizioni non era propriamente la miglior cosa da fare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home