UFFICIO TRAFFICO

Politica ambientale austriaca: dal 2020 l'autostrada aumenta dell'1,9% per un Euro5 e del 5% per un Euro6

4 novembre 2019

Oltre al danno la beffa. Oltre al divieto, l’incremento di pedaggio. Ma certo, parliamo dell’Austria, dove la tariffa base sulle autostrade subisce un aumento del 2,1% per un adeguamento al tasso d’inflazione. Ma la vera sorpresa i trasportatori che viaggiano con veicoli euro 6 ce l’avranno rispetto alla parte del pedaggio relativa ai costi esterni (vale a dire quella che tiene conto dell’inquinamento acustico e atmosferico dei veicoli). Perché questa componente, se fino allo scorso anno veniva imputata ai veicoli di ultima generazione soltanto per il 40% del valore totale, a partire dal 2020 salirà al 100%. E quindi, come potete facilmente immaginare, si farà sentire sul costo complessivo del viaggio.  

Rimangono largamente esonerati dagli incrementi i veicoli dotati di alimentazione elettrica o a idrogeno (quindi gli interessati si conteranno sulle dita di una mano), ai quali viene riconosciuto uno sconto molto importante.

Ricordiamo pure che, contrariamente a quanto avviene in Italia, di notte (dalle 22 alle 5) il pedaggio aumenta invece che diminuire. Così come aumenta su alcuni tratti e tunnel alpini delle autostrade A/9 Phyrnautobahn, A/10 Tauernautobahn, A/11 Karawankenautobahn, S/16 Arlberg Straßentunnel, A/13 Brennerautobahn.

Infine sulla A/12 Inntalautobahn la tariffa-base per l’infrastruttura, relativamente alla tratta Innsbruck/Amras-Kufstein, comprende già un supplemento del 25% giustificato dai costi di realizzazione della nuova linea ferroviaria. Peraltro, dal 31 ottobre su questa stessa autostrada, nel tratto Kufstein-Zirl, è ammessa la circolazione di soltanto di veicoli da EuroV in su.

Andando a fare due conti emerge un’evidente contraddizione: un autocarro Euro 5 a 4 o più assi che fino al 2019 pagava (di giorno) 0,41875, nel 2020 pagherà 0,42694 euro, con un incremento dell’1,96%. Un analogo veicolo di classe Euro6, invece, siccome pagava 0,39011 nel 2019 e pagherà 0,40981 euro nel 2020, sopporterà un aumento del 5,05%. E qualcuno, questa, la chiama politica ambientale…

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home