ACQUISTI

#Solutrans. Doppio colpo Chereau: prima mondiale del frigo a idrogeno e sistema di isolamento da record

8 novembre 2019

Il costruttore francese presenterà a Lione il primo semirimorchio a temperatura controllata funzionante a idrogeno e una nuova generazione del suo sistema di isolamento applicato a un veicolo che sarà consegnato il 20 novembre all'italiana Italtrans

Importante prima mondiale, al Solutrans di Lione, per Chereau. Il costruttore francese di allestimenti frigoriferi, presenterà infatti il primo semirimorchio frigo funzionante a idrogeno e refrigerato tramite celle a combustile. Questo veicolo è il frutto maturo del progetto Road, che Cheraau sta portando avanti con altri partner da  tre anni e sul quale ha  investito 5,5 milioni di euro. 

Ugualmente interessante è il semirimorchio Chereau Performance, dotato di tecnologia VIP (Vacuum Insulated Panel), vale a dire un sistema di isolamento decisamente innovativo basato sull’introduzione di uno strato vuoto interno al pannello che porta la sua capacità di isolamento a livelli record e di conseguenza ne accresce l’efficienza e fa diminuire il suo fabbisogno energetico, così da renderlo più sostenibile e rispettoso dell’ambiente. Peraltro, questo innovativo semirimorchio non viene soltanto presentato, ma anche consegnato il 20 novembre alle 10.30, al primo cliente, l’azienda italiana Italtrans.

Altre novità che saranno presentate a Lione riguardano la revisione della gamma principale di Chereau con l’Inogam ECO, che guadagna 430 kg di carico utile, migliora l’aerodinamica e si arricchisce di nuove strumentazioni finalizzate a migliorare l’ergonomia e la sicurezza del trasportatore e l’introduzione di un nuovo modulo, chiamato Next, che facilita la piena connettività tra il semirimorchio e il trattore, consentendo anche una diagnosi a distanza del mezzo.

Infine, altra piccola chicca tutta da scoprire riguarda la presentazione di inedite porte posteriori realizzate in lino e termoplastica così da ottenere la massima riciclabilità. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home