ACQUISTI

Nella flotta LC3 cinque Iveco Stralis CNG a biometano al servizio di Lidl. In arrivo anche i primi Nikola Tre

23 gennaio 2020

I mezzi ultragreen – con emissioni di CO2 ridotte del 95% – saranno utilizzati per i trasporti in partenza dal centro logistico di Somaglia (Lodi). E domani l'azienda di autotrasporto di Gubbio sarà la prima in Italia a usare i veicoli elettrici frutto della collaborazione tra Iveco e la statunitense Nikola

Svolta sostenibile nel trasporto pesante per il centro logistico Lidl di Somaglia, in provincia di Lodi. I trasporti merci del’azienda del retail saranno gestiti anche tramite cinque Iveco Stralis a biometano, acquisiti dalla LC3 di Gubbio e riforniti grazie allo speciale carburante prodotto da Edison.

Si tratta della prima volta in Italia che una società della GDO (Grande Distribuzione Organizzata) si avvale di veicoli che impiegano questo tipo specifico di carburante. Gli innovativi Iveco Stralis NP 460CV CNG a biometano ridurranno il consumo di CO2 del 95%, con un’autonomia di circa 600 km e prestazioni, consumi e costi del tutto comparabili a quelli dei camion a gasolio. Il biometano è prodotto da Edison dalla decomposizione di rifiuti organici di origine commerciale, zootecnica e domestica. Ma non è tutto, perché a far spiccare un altro grande salto nel verde alla flotta LC3 è, per così dire, il gioco di squadra, nel senso che ai trattori Stralis sono agganciati semirimorchi a temperatura controllata refrigerati ad azoto, privi delle emissioni dei generatori diesel, formando così la combinazione più “green” attualmente disponibile sul mercato. I cinque mezzi a biometano opereranno tra Lombardia ed Emilia-Romagna, nelle zone limitrofe al centro logistico di Somaglia, una delle dieci piattaforme logistiche di Lidl dislocate su tutto il territorio nazionale.

«Come obiettivo di lungo periodo – ha spiegato Luca Ros, direttore regionale di Lidl Italia – vogliamo gradualmente passare da un trasporto principalmente basato su combustibili fossili a combustibili alternativi ad emissioni ridotte di CO2, come il biometano e il gas naturale liquido, che già impieghiamo con una nutrita flotta di mezzi fin dal 2015». Oggi Lidl, nonostante la crescita costante delle attività e l’apertura in media di circa 40 nuovi punti vendita all’anno, è riuscita a ridurre le emissioni di CO2 del 5,2%, pari a 620.000 tonnellate di emissioni evitate.

«I veicoli a gas naturale, gassoso e liquefatto, di fatto oggi rappresentano l’unica concreta e immediata alternativa possibile per un trasporto sostenibile – ha sottolineato Alessandro Oitana, responsabile della linea business medio-pesante di Iveco – In concreto il biometano, oltre a permettere un abbattimento di anidride carbonica quasi totale, crea un circolo virtuoso di autosussistenza economica ed ecologica ed è perciò un classico esempio di economia circolare. Attualmente in Italia Iveco possiede il 70% di quota di mercato per veicoli a metano, che lo scorso anno, in un trend di mercato in calo dell’8%, sono cresciuti in controtendenza del 50%. I veicoli a LNG che circolano nel nostro Paese sono oggi circa 2.000 e le stazioni aperte già 58». Oitana ha anche rivelato che LC3 sarà la prima azienda in Italia a utilizzare Nikola Tre, il nuovo trattore stradale elettrico frutto della joint venture di Iveco con la start up statunitense, anche se non ha indicato la data precisa in cui l'azienda umbra di autotrasporto aprirà la sua flotta a questa nuova tecnologia.

«La mia azienda sin dalla sua costituzione ha prestato massima attenzione alle innovazioni tecniche e tecnologiche che potevano costituire una soluzione alle problematiche ambientali e alla sicurezza attiva e passiva – ha poi aggiunto Mario Ambrogi, direttore generale del Gruppo LC3 Trasporti – Come gruppo possediamo 170 veicoli su 310 alimentati a metano, l’80% dei quali utilizzati per Lidl, cui si aggiungono ora i cinque mezzi a biometano. Inoltre LC3 impiega in tutto 20 rimorchi refrigerati ad azoto, sempre per la sede di Somaglia. Rimane comunque ancora molto da fare in termini di impianti di produzione di biometano, di stoccaggio, di liquefazione e di distribuzione diffusa».

«Edison fornisce metano in oltre 200 stazioni di rifornimento in tutta Italia – ha infine informato Davide Macor, direttore mercato business Edison Energia – e, in quanto aggiudicatario del bando GSE per il biometano, è oggi il primo operatore abilitato al suo ritiro e distribuzione. Inoltre,la mia società è impegnata nella realizzazione della prima catena logistica integrata di LNG per un ulteriore sviluppo della mobilità sostenibile nel trasporto pesante e marittimo».

 

In foto, da sinistra: Davide Macor, Direttore Mercato Business Edison Energia; Alessandro Oitana, Business line Medium & Heavy Manager IVECO; Mario Ambrogi, Direttore Generale LC3; Federico Balocco, Direttore Regionale Lidl Italia; Luca Ros, Direttore Logistica Lidl italia e Pietro Rocchi, AD Vendite e Logistica Lidl Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home