FINANZA E MERCATO

Interporto Bologna. 2011 positivo grazie ai costi ridotti

22 maggio 2012

L’Assemblea dei soci di Interporto Bologna SpA ha approvato nei giorni scorsi il bilancio d’esercizio 2011 che registra un utile prima delle imposte di 214.412 euro, un EBITDA di 8,1 euro /milioni, un EBIT di 3,3 euro /milioni e una contrazione dei costi operativi pari a un significativo -56% sul 2010.
Un anno positivo per lo scalo bolognase che ha registrato un traffico merci totale di 4.813.246 tonnellate (+22,39% rispetto al 2010), di cui 2.797.678 ton movimentante su gomma e 2.015.568 ton su ferro (+30% rispetto al 2010) con un numero di treni di 5.510 (+34,8% rispetto al 2010).
Il 2011 è stato anche l’anno che ha visto l’inizio dei lavori che porteranno nelle prossime settimane all’apertura del secondo gate di accesso dell’Interporto anch’esso provvisto di Interpass per i controlli degli accessi.
Per il presidente Alessandro Ricci il 2011 è stato “Un anno di passaggio, un anno di preparazione a quello in corso che vedrà il concretizzarsi di tanti progetti e iniziative frutto di studi e ricerche che l’Interporto ha sostenuto e sostiene unitamente all’incremento degli appuntamenti promozionali che hanno visto la nostra infrastruttura promossa a Monaco di Baviera, Istanbul, Parigi, Mosca e presto anche a Shanghai”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home