UFFICIO TRAFFICO

Trasportounito fa mezzo passo indietro: fermo rinviato all'8 luglio

24 maggio 2012
Trasportounito fa un mezzo passo indietro e un altro mezzo in avanti. Sullo spazio Facebook dell’associazione, infatti, è stato pubblicato un post che sembra voler «mordere», in quanto viene preso atto delle ingiunzioni della Commissione Garanzia Scioperi, giudicandole però «a volte immotivate e talora incomprensibili». Da qui la decisione di non abbassare la testa e di far slittare la protesta prevista a partire dal 28 maggio al 1° giugno 2012, a nuova data e per la precisione dalle 22,00 dell’8 luglio alle 22,00 del 13 luglio. Decisione che appare quindi come un altro mezzo passo in avanti, seppure in qualche modo dovuto.
Poi, però, il commento di Franco Pensiero, presidente nazionale di Trasportounito suona come un mezzo passo indietro, perché ha tutto il sapore di una disponibilità a trattare: «L’auspicio è che l’apertura palesata in questi giorni da rappresentanti del Governo – afferma il leader dell'associazione – si traduca in atti concreti già dalle prossime ore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home