LEGGI E POLITICA

Ciaccia: «Revisione dei costi minimi? Se ne parla dopo il 28 giugno»

20 giugno 2012

Il governo ha fatto e farà per l’autotrasporto. Ma rispetto alla revisione dei costi minimi di sicurezza è meglio aspettare l’esito della sentenza del TAR previsto per il prossimo 28 giugno. È questo in sintesi il contenuto della lettera che il viceministro ai Trasporti, Mario Ciaccia, ha scritto ieri alle associazioni di categoria per ricordare che l’esecutivo ha approvato “provvedimenti per ridurre i costi e per aumentare la competitività delle imprese e la libera concorrenza, nonché la rivitalizzazione del Fondo di Garanzia delle Pmi”. E anche rispetto alla spending review, Ciaccia invita le associazioni a confrontarsi per elaborare insieme “strumenti di natura strutturale” in grado di contenere gli sprechi e “consentire una più efficace ed efficiente allocazione delle risorse pubbliche per il settore”.

Rispetto al capitolo costi minimi, però, il viceministro dà un colpo di freno. Il processo di revisione dei costi – ricorda – da effettuare entro il 15 giugno è cosa fatta, ma “ulteriori decisioni o interventi potranno essere assunti soltanto a seguito delle decisioni del Tar del Lazio. Vale a dire soltanto dopo il 28 giugno. E così il clima di attesa intorno alla ormai famigerata sentenza amministrativa diventa sempre più rovente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home