LEGGI E POLITICA

Autorità Trasporti: il nuovo presidente Sebastiani preoccupato per lo stato del trasporto merci ferroviario

27 giugno 2012
Eccola l’Autorità dei Trasporti. Ora esiste e dispone anche di persone che la fanno muovere. A presiederla, infatti, è stato chiamato dallo stesso presidente del Consiglio Mario Monti, Mario Sebastiani (68 anni), attualmente docente di Economia Politica all’Università Tor Vergata di Roma, ma in passato consigliere di amministrazione di FS, Enav e Grandi Stazioni, nonché più volte consigliere economico del ministero dei Trasporti in anni diversi.
Ad affiancarlo in qualità di membri saranno Pasquale Lise (75 anni), già presidente del Consiglio di Stato, e Barbara Marinali (48 anni), direttore generale delle infrastrutture stradali presso il ministero delle Infrastrutture. I tre membri, dopo essere stati designati dal governo, hanno dovuto ottenere il parere positivo delle Commissioni Trasporti di Camera e Senato - incasssato proprio in queste ore - presentando le linee che ispireranno l’azione dell’organismo.
In particolare, Sebastiani e gli altri membri hanno spiegato che l’Autorità si ispirerà ai principi della terzietà e dell’assoluta indipendenza. Molto importante il passaggio in cui tutti e tre i membri hanno espresso preoccupazione per il trasporto ferroviario, sulla necessità di un suo rilancio, soprattutto per quanto attiene il trasporto merci e la logistica intermodale.
Nominati gli uomini, l’Autorità è ancora in attesa di una sede che dovrebbe essere definita presto, perché a quel punto, dopo aver selezionato il personale necessario, potrà diventare operativa. Il primo impegno in calendario è quello di esprimersi rispetto alla separazione societaria tra chi gestisce la rete ferroviaria e il resto del gruppo FS.

Il video mostra la relazione del nuovo presidente Sebastiani davanti alla Commissione Trasporti della Camera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

VIDEO

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home