Veicoli - logistica - professione

Home Professione Finanza e mercato Accordo Abi Conftrasporto per garantire liquidità alle imprese di autotrasporto

Accordo Abi Conftrasporto per garantire liquidità alle imprese di autotrasporto

-

Il problema principale delle aziende di autotrasporto in questo difficile momento è quello di incassare le fatture scadute. Cosa che se possibile aggrava la mancanza di liquidità. Ecco perché Conftrasporto ha siglato un accordo con Abi per facilitare l’accesso al credito delle oltre 30 mila imprese che associa. Un accordo che, come sottolinea il presidente della confederazione iscritta a Confcommercio, Fabrizio Palenzona, «ha rilevanza nazionale» e che prevede la sospensione e l’allungamento dei finanziamenti, oltre al finanziamento dei progetti di investimento e al rafforzamento della struttura patrimoniale delle aziende.

L’accordo rappresenta un esempio di come le banche possano in concreto impegnarsi a superare i vincoli burocratici e a semplificare le procedure, quello che Palenzona individua come il vero scoglio da superare rispetto a ogni iniziativa governativa per sostenere la liquidità. «Chi vive giorno per giorno la vita delle imprese, in primis le banche sa che se ai provvedimenti emanati e da emanare non si unisce un’immediata, profonda semplificazione delle procedure si rischia di innescare un processo che, nella gran parte dei casi, porterebbe alla paralisi delle imprese minandone la sopravvivenza», constata il presidente di Conftrasporto, secondo il quale «l’accesso agli strumenti di garanzia previsti dal decreto Cura Italia dovrebbe essere reso automatico sulla base di autocertificazioni, consentendo così agli istituti di credito l’immediata erogazione della liquidità necessaria». È una constatazione, ma anche un appello: «Bisogna fare presto, è in gioco il futuro stesso del nostro Paese».

 

FOTO DI ARCHIVIO

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti