Veicoli - logistica - professione

Home Prodotto Acquisti Arocs, il robot Mercedes-Benz che spazza la neve da solo

Arocs, il robot Mercedes-Benz che spazza la neve da solo

Progetto di Lab1886 e Daimler Trucks, la tecnologia a guida autonoma Axyard installata sul veicolo della casa tedesca permette il controllo remoto di mezzi senza conducente in spazi chiusi

-

La guida autonoma, ancora di incerta applicazione nel settore passeggeri, sta invece sempre più prendendo piede nel segmento dei veicoli commerciali. Ultimo esempio a Immendingen, in Germania, dove la neve viene sgomberata quotidianamente in modo automatizzato da due Mercedes-Benz Arocs a guida autonoma.

Progetto di Lab 1886 – l’incubatore di idee per nuovi modelli di business di Mercedes-Benz – e di Daimler Truck, questa soluzione potrà essere presto utilizzata in aree chiuse, per le esigenze specifiche dei clienti di settori come la logistica di cantiere e l’agricoltura.

Il funzionamento di veicoli autopulenti per lo sgombero della neve in aree chiuse non pubbliche era stato testato per la prima volta nell’ottobre 2017, sempre da Lab 1886 e Daimler Trucks, a Fraport, all’interno dell’ex base aerea di Pferdsfeld. Esperimento ora replicato appunto nelle aree interne del cantiere di prova di Immendingen.

Nel sito tedesco i Mercedes-Benz Arocs a guida autonoma vengono impiegati in condizioni estreme e operano per liberare circa 20 ettari di superficie da neve, ghiaccio e acqua. Due robo-Arocs lavorano durante la notte per garantire la corsia libera ogni giorno all’inizio dei test mattiniero, sotto la sorveglianza di esperti. Sulla base delle condizioni della neve, poi, la corsia del veicolo viene determinata e rispettata con esattezza, al centimetro, e la carreggiata liberata con precisione. Il controllo automatico dei dispositivi di sgombero e le strategie di pulizia sono stati sviluppati in collaborazione con Aebi-Schmidt, leader tra i fornitori di sistema per pulizia e sgombero di aree urbane ed extraurbane.

Gli Arocs sono guidati da remoto attraverso una tecnologia innovativa – Axyard – sviluppata congiuntamente da Lab1886 e Daimler Trucks. Il nome è un acronimo che deriva da soluzioni automatizzate (A) da utilizzare in vari ambiti (x), ma su terreni chiusi (Yard). In sostanza, questo sistema permette di automatizzare i camion Mercedes-Benz dotandoli di sensori e centraline. I veicoli del costruttore teutonico possono così completare percorsi predefiniti su spazi recintati e essere guidati a distanza, monitorati e coordinati digitalmente da un sistema di controllo centrale – e questo completamente senza conducente.  

Il cuore della tecnologia Axyard è l’interfaccia del veicolo “Remote Truck Interface” (RTI), con cui le funzioni del robo-camion possono essere gestite da remoto e i dati possono essere condivisi, anche in un network di più veicoli. I mezzi sono dotati di un localizzatore GPS ad alta precisione (DGPS, ovvero GPS differenziale) e dispongono di una comunicazione all’avanguardia “da veicolo a veicolo” (V2V). Grazie all’interazione tra RTI, unità di controllo e controllo remoto, si verifica così uno scambio di dati estremamente veloce tra mezzi e infrastruttura del sito di prova. Uno scambio completo di informazioni tra veicoli e unità di controllo principale RTI avviene ogni 0,1 secondi, praticamente in tempo reale. 

«Con Axyard – spiega Susanne Hahn, responsabile del Lab1886 – offriamo una soluzione completa e innovativa… con un’ampia gamma di applicazioni che aumenteranno la produttività delle operazioni portuali e di stoccaggio o delle attività agricole su larga scala, per citare solo due esempi».

Oltre che nei siti di di Pferdsfeld e Immendingen, veicoli a guida autonoma Mercedes-Benz per aree protette vengono impiegati anche in Brasile per la raccolta della canna da zucchero. Per quanto riguarda invece la capacità di guida autonoma nel traffico regolare, ricordiamo che Daimler Trucks è il primo produttore al mondo di veicoli semiautomatici (SAE Livello 2, cioè la guida semiautomatizzata) con il Mercedes-Benz Actros, il Freightliner Cascadia e il Fuso Super Great. Allo stesso tempo, l’Autonomous Technology Group di Daimler Trucks sta seguendo lo sviluppo di autocarri altamente automatizzati (SAE Livello 4). L’obiettivo tedesco è quello di portare la produzione di questa tecnologia in serie entro la fine del decennio. I test sulle autostrade pubbliche negli USA, iniziati nell’autunno del 2019, rappresentano un passo importante in questa direzione.

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti