Veicoli - logistica - professione

Home Prodotto Mondo pesante DAF CF Hybrid. Due motori per due ambienti

DAF CF Hybrid. Due motori per due ambienti

Primi test DAF della tecnologia ibrida applicata su due CF Hybrid che in Olanda circolano in modalità elettrica in ambito urbano e diesel fuori città

-

SSSS
30-50 kmÈ l’autonomia in modalità tutto elettrico
del DAF CF Hybrid, a seconda del peso trasportato
SSSS

Una cosa DAF ce l’ha chiara: i veicoli di domani adotteranno un’alimentazione diversa a seconda delle missioni da svolgere. Così, mentre sta mettendo alla prova un carro a tre assi in una missione tutta urbana come la raccolta rifiuti, il costruttore in orbita al gruppo Paccar ha affidato alla Peter Appel Transport, un’azienda di trasporto di Middenmeer, nell’Olanda settentrionale, due CF Hybrid da usare in una missione ad altalena come il rifornimento di supermercati urbani. Perché è chiaro che in un’attività di questo tipo il trasferimento dal centro di distribuzione in cui si caricano le merci e i market cittadini in cui si scaricano avviene su strade a scorrimento veloce, mentre l’ultimo miglio – per così dire – è tutto urbano. Ecco perché l’ibrido sembrava congeniale a una missione del genere, visto che fuori città può affidarsi ancora al diesel, all’interno della città passa in modalità completamente elettrica.

Abbiamo parlato genericamente di veicoli ibridi. Più precisamente si tratta di CF equipaggiati con motore diesel Paccar MX-11 da 10,8 litri e 330 kW/450 CV), con motore elettrico ZF da 75 kW/100 CV e potenza massima di 130 kW/175 CV e di uno speciale cambio ZF TraXon per trasmissioni ibride.

Il motore elettrico trae energia da un gruppo batterie da 85 kWh, che si ricarica mentre il veicolo viene utilizzato in modalità diesel; il motore elettrico funziona infatti come un generatore e fornisce energia al gruppo batterie. In futuro sarà anche possibile caricare la batteria presso una stazione di ricarica (veloce). L’autonomia in modalità elettrica varia a seconda del peso trasportato, anche se il range si attesta tra i 30 e i 50 chilometri.

Fuori città, l’efficiente motore diesel Paccar MX-11 assicura invece una lunga autonomia. Inoltre, la tecnologia ibrida garantisce un ulteriore risparmio sul consumo di carburante, grazie alla gestione intelligente dell’energia. Quest’ultima, generata dal freno motore allo scarico e dal controllo velocità in discesa, viene utilizzata dal motore elettrico per supportare il motore diesel. Si ottengono quindi vantaggi in termini di consumo carburante e di emissioni di CO2.

«Sebbene i veicoli elettrici siano ideali per la distribuzione urbana, la tecnologia ibrida è preferibile in caso di percorsi più lunghi. In città – spiega Marcel Pater, responsabile della flotta di Peter Appel Transport, alle prese con il test – il funzionamento del modello DAF CF Hybrid è completamente elettrico, inoltre, grazie al motore diesel, il veicolo può spostarsi da e verso i diversi centri di distribuzione, nei Paesi Bassi e all’estero, senza alcun problema».

Una dimostrazione ulteriore dell’assunto iniziale che pretende l’esistenza di più soluzioni tecnologiche in base alle esigenze di trasporto. E se l’elettrico è pensato per la città e l’ibrido funziona in questa alternanza tra tratti urbani e autostradali, «il diesel, anche grazie ai nuovi tipi di carburante, è un’opzione eccellente per le lunghe distanze». È in sintesi il pensiero di afferma Ron Borsboom, direttore esecutivo dello sviluppo dei prodotti DAF Trucks, il quale anticipa che «in una prospettiva a lungo termine, stiamo studiando con maggiore attenzione la tecnologia a idrogeno». Ma di questo torneremo a parlare…

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti