Veicoli - logistica - professione

Home Rivista 2020 358 giugno 2020 Display in cabina: vietato distrarre!

Display in cabina: vietato distrarre!

Per telefonare, sentire la radio o vedere il navigatore sul monitor secondario i sistemi sono i più svariati: dal touchscreen ai pulsanti sul volante, dal comando vocale all’innovativo joystick MAN. Ma lo scopo è sempre lo stesso: tenere il più possibile gli occhi del conducente sulla strada

-

L’emergenza sanitaria ha fatto da moltiplicatore al bisogno di informazione e di conoscenza anche per chi passa al volante la maggior parte del tempo. Per gli autisti la radio, i podcast e tutti i sistemi di infotaintment sono oggi fondamentali, con l’ulteriore esigenza di rispettare al meglio la concentrazione del conducente e di favorire la guida senza distrazioni.
Questi obiettivi vengono perseguiti con diverse soluzioni dalle varie case costruttrici, sistemi testati a lungo e realizzati lavorando fianco a fianco con le aziende di trasporto e gli autisti.

Sul nuovo VOLVO FH, per esempio, la scelta è chiara: due schermi per due blocchi di funzione ben precisi. Sul “main display” digitale arrivano tutte le informazioni relative alla guida, mentre quello laterale da 9 pollici si occupa delle funzioni di infotainment e telefonia, del navigatore (che può finire anche sul display principale), dei dati sulla manutenzione, del sistema Dynafleet. La casa svedese ha inoltre deciso di lasciare al conducente e alla sua esperienza il modo di gestire il monitor, che è comandabile sia con il controllo vocale che col touchscreen, ma anche dal pannello di controllo del display e dai pulsanti al volante. In sintesi, sui nuovi Volvo le informazioni più importanti – guida e sicurezza – si guardano sempre centralmente, quelle accessorie si possono gestire senza staccare le mani dal volante.

MAN viceversa per il sistema multimediale ha rinunciato deliberatamente all’utilizzo di uno schermo touchscreen, che comporta lo spostamento dello sguardo dalla strada per seguire il dito e rende complicato il passaggio tra visione da lontano e messa a fuoco da vicino. Ecco dunque l’idea di SmartSelect, il joystick con cui si gestisce la parte di navigazione e di media system del veicolo, e di uno schermo per infotainment da 12,3 pollici, laterale, ma a portata di occhio. Lo SmartSelect è composto da un supporto dove si appoggia fisicamente la mano per maggiore stabilità (utile soprattutto su terreni sconnessi) e da due manopole: una ghiera più larga da cui si seleziona la voce che interessa dal menu principale (navigatore, rubrica telefonica, ecc.), e una manopola superiore, più piccola, con cui si opera all’interno del menu. Sulla manopola è posizionato un touchpad che, con una minima pressione del dito, va a confermare la scelta, come fosse il mouse di un pc portatile. Per esempio, nella rubrica telefonica si può “disegnare” con il dito sopra il touchpad la lettera del nome cercato. È un po’ come il clacson; bisogna prenderci confidenza, ma dopo poco il funzionamento è intuitivo. Il monitor da 12,3 pollici può inoltre essere “spezzato” in due parti, nel senso che una porzione rimane fissa – per esempio per il navigatore – e l’altra può variare, per esempio con la rubrica.

Nell’IVECO S-Way la scelta è multipla. Il touchscreen “capacitivo” da 7 pollici permette agli autisti di portare a bordo i propri contenuti digitali, grazie ad Apple CarPlay. È presente il bluetooth per le chiamate in vivavoce e lo streaming di contenuti audio, la radio DAB, il riconoscimento vocale e un navigatore con le mappe specifiche per i camion. L’autista ha la possibilità di accedere anche al servizio Assistance Non-Stop, all’assistenza a distanza e allo strumento di valutazione dello stile di guida DSE (Driving Style Evaluation). Inoltre, il volante è dotato di 22 comandi e mette tutte le funzioni necessarie a portata di mano, compresi i sistemi di supporto alla guida.

Anche SCANIA ha integrato il suo sistema di infotainment con Apple CarPlay fornendo così la possibilità di riprodurre sul display del camion le funzioni dell’Iphone (telefono, messaggistica, mappe, comandi vocali attraverso Siri, utilizzo app), il tutto senza togliere lo sguardo dalla strada. Il sistema di infotainment Premium ha un monitor da 7 pollici, con comando vocale e pulsanti sul volante. Ovviamente la forma avvolgente a semicerchio del cruscotto aiuta a mettere più a portata di mano i comandi e il display è rivolto verso l’autista, una soluzione di design che permette di raggiungere più facilmente i pulsanti del monitor.

Per l’Actros di Mercedes-Benz  la parola chiave è il Multimedia Cockpit, una plancia costituita da due schermi ad alta risoluzione che permettono l’accesso ai contenuti tecnici e multimediali. Il display centrale presenta una diagonale 12,3″ e consente di scegliere fra due modalità di visualizzazione. Comprende sistema di navigazione, riconoscimento automatico dei segnali stradali e funzione Remote Online per gestire da smartphone varie funzioni del veicolo.
Nella plancia è integrato il servizio Remote Connect con cui memorizzare l’accesso al Fleetboard Store e mettere a disposizione varie App utilizzabili sul display Multi Touch da 10,25″. Inoltre, è possibile collegare via bluetooth due dispositivi smartphone per effettuare/ricevere telefonate e riprodurre brani musicali. Il sistema di comando vocale di un dispositivo mobile può essere utilizzato anche con il volante multifunzione. Connettendo poi lo smartphone con presa USB-C, è possibile accedere tramite Apple carplay e Android Auto direttamente ai dati presenti sul telefono, e sfruttarne le funzioni visualizzandole sullo schermo secondario e gestendole anche con i pulsanti al volante. 

I veicoli di RENAULT TRUCKS sono equipaggiati col sistema Roadpad e Roadpad+ (potenziato dal Tom Tom), con display touchscreen da 7 pollici. Questi dispositivi funzionano da sistema audio con DAB, streaming audio via smartphone e navigatore (Google Maps). Oltre a controllare tutte le funzioni del telefono, sono in grado di visualizzare fino a 4 telecamere (due posteriori e due laterali) e il sistema Optifleet per la gestione del parco flotte. Via Bluetooth si possono collegare fino a due smartphone per telefonate, sms e musica, utilizzando la voce o i comandi al volante. 

Nell’XF di DAF si è scelto di serie di mettere a disposizione tutte le info sul visore da 5 pollici situato al centro del quadro strumenti. In esso si può cambiare il menu – che compare solo per 3 secondi – mediante una manopola a lato, senza che il driver debba girare la testa. Ruotando il pulsante, si scorre il menu principale o secondario e premendolo si seleziona una determinata voce. Il pulsante di uscita sotto l’interruttore di controllo dei menu serve per tornare a quello principale (pressione breve) o per chiuderlo (pressione lunga). L’abbinamento bluetooth del telefono personale con il truck-phone del veicolo va eseguito esclusivamente a camion fermo. Sul volante è possibile replicare i comandi dello smartphone e della radio. Come optional, comunque, è sempre possibile disporre di un secondo display laterale, più grande e LCD, su cui visualizzare diverse funzioni (per esempio il navigatore), raggruppate in modo logico.

Infine, anche il Ford F-MAX può contare, all’interno di un cruscotto ergonimico dalla grafica elementare, su un sistema di infotainment che visualizza tutto ciò che serve per migliorare il comfort di guida. L’interfaccia è affidata a uno schermo touchscreen LCD da 7,2’ che garantisce connettività SYNC e implementazione con Apple CarPlay, al quale si accede anche tramite i comandi al volante. Tra le funzioni disponibili il collegamento radio e USB, il navigatore, la modalità viva voce e Bluetooth.