Veicoli - logistica - professione

Home Prodotto Servizi DKV amplia la rete per la ricarica dei veicoli elettrici

DKV amplia la rete per la ricarica dei veicoli elettrici

DKV Card +Charge ora è accettata presso tutti i punti di ricarica Duferco e di altri significativi operatori in Italia, Has.to.be in Germania, Austria e Svizzera, Chargy in Lussemburgo.

-

Presto i clienti DKV CARD +CHARGE potranno ricaricare i propri mezzi elettrici o ibridi presso i 2.000 punti di ricarica in Italia, e gli oltre 6mila disseminati in Germania, Austria, Svizzera e Lussemburgo.
Si allarga a macchia d’olio la rete di ricarica grazie anche al recente accordo firmato tra Charge4Europe – la joint venture tra DKV e innogy – alcuni tra i principali operatori italiani (tra cui Duferco Energia), il lussemburghese Chargy e Has.to.be. che prevalentemente opera in Germania, Austria e Svizzera.
Con questo accordo la rete di ricarica elettrica DKV europea, supererà i 70 mila punti di ricarica (Germania, Austria, Svizzera, Belgio, Francia, Paesi Bassi, Lussemburgo e Italia), diventando così la più grande rete di ricarica elettrica in Europa.
«La nostra strategia di crescita prevede l’ingresso in nuovi mercati e significativi sforzi dal punto di vista commerciale, legale e finanziario – ha commentato Marco van Kalleveen, CEO del Gruppo DKV Mobility Services – Per questo siamo soddisfatti di questo importantissimo passo avanti attivando una collaborazione con importanti partner per rafforzarci nel mercato austriaco, italiano e lussemburghese della mobilità elettrica». 

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti