Veicoli - logistica - professione

Home Prodotto Mondo pesante Ford F-MAX... allunga il passo

Ford F-MAX… allunga il passo

A meno di un anno dal lancio in Italia, la gamma del camion della casa americana amplia le versioni introducendone una a passo più lungo in grado di creare spazio sul telaio per serbatoi più capienti con cui ottimizzare gli acquisti di gasolio. Sul passo standard, invece, arrivano i quattro soffietti di sospensione, a tutto vantaggio del comfort di marcia

-

Un camion completo, in grado di affrontare ogni missione, comprese quelle più lunghe e condotte su distanze più impegnative. È questo che vuole essere l’F-MAX, il primo camion Ford Trucks a giungere in Italia sulla scia del successo che lo ha eletto camion dell’anno 2019. Ed è per questo che, a meno di un anno dal suo lancio nella penisola (anche se di fatto i primi veicoli sono arrivati intorno a maggio), allarga la sua offerta commerciale e, guarda caso, si arricchisce da inizio 2021 di alcuni dettagli che servono proprio a infondere maggior comfort a chi lo guida per tante ore e per tanti chilometri. Una conquista ottenuta in tre modi molto elementari.

Il primo riguarda l’introduzione di una versione – chiamata Max Range – caratterizzata da un passo da 3.750 mm, che di fatto si affianca all’altro, più corto, da 3.600. In questo modo si punta in parte a rendere più confortevole la guida, ma essenzialmente a creare maggiore spazio sul telaio da sfruttare per installare dei serbatoi maggiorati che arrivano fino a 1.350 litri totali. Ed è chiaro che soltanto a chi fa tanti chilometri serve un serbatoio di tale capacità, ma soprattutto soltanto per chi dispone di una tale riserva di gasolio diventa possibile, quando si è attivi nel trasporto internazionale, ottimizzare gli acquisti, nel senso cioè di fare il pieno nel paese in cui i prezzi sono più bassi. E comunque, anche chi è impegnato nel trasporto nazionale, riesce a viaggiare il più possibile con il rifornimento effettuato nel distributore aziendale, dove ovviamente il costo del gasolio è inferiore a quello che paga in un qualunque stazione di rifornimento autostradale. 

Il secondo elemento di novità è tutto virato sul comfort di guida, in quanto riguarda l’inserimento delle sospensioni pneumatiche a quattro soffietti per tutte le versioni e varianti. In questo modo il trattore F-Max viene declinato in quattro versioni, perché accanto al ricordato Max Range a passo lungo, ci sono pure le due versioni del passo più corto offerte con due e con quattro soffietti e quella ribassata (Low Liner) con passo corto e con un’altezza ralla dal suolo da 980 mm (le altre sono a 1.050), pensato cioè per trasporti con volumi elevati e peso ridotto.

Il terzo elemento di novità è la disponibilità su tutti gli F-MAX del nuovo Parking Cooler della Dirna-Bergstrom particolarmente potente (da 1400W, alimentato a 24V), che può essere ordinato e quindi direttamente installato in fabbrica. 

Per il resto il Ford F-MAX si affida a una cabina larga 2,5 metri e di un’altezza interna di 2160 millimetri che lo rendono particolarmente vivibile, è alimentato con motore Ecotorq che, grazie pure al dialogo che instaura sulla catena cinematica con la trasmissione automatica ZF a 12 marce, riesce a mettere in equilibrio potenza e consumi, ma soprattutto dispone di tutti i sistemi per garantire sia una strumentazione di bordo all’avanguardia, sia standard di sicurezza allineati all’offerta di mercato. Anche il Ford F-MAX, cioè, offre, tanto per capirci, non soltanto un sistema di Infotainment che comunica tramite display multimedia touchscreen LCD da 7,2 pollici, ma anche il Cruise Control Predittivo e quello Adattativo, l’AEBS e il servizio ConnecTruck, in grado di sfruttare la connettività per gestire al meglio la flotta e per conoscere lo stato dei veicoli momento per momento, così da scongiurare eventuali fermi macchina, perché nel caso in cui registrasse una qualche anomalia, la segnala prima che possa provocare l’arresto del veicolo.

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti

close-link