Veicoli - logistica - professione

Home Professione Finanza e mercato I commerciali Volkswagen "reggono" al dieselgate: a ottobre stesse vendite del 2014

I commerciali Volkswagen “reggono” al dieselgate: a ottobre stesse vendite del 2014

-

Lo scandalo delle emissioni taroccate dei diesel Volkswagen non sembra aver toccato il mercato dei commerciali leggeri della casa tedesca. Da inizio anno sino a fine ottobre Volkswagen Veicoli Commerciali ha consegnato 356.400 veicoli in tutto il mondo, un livello più o meno pari a quello dei primi 10 mesi del 2014 quando le vendite erano state 363.900 (il 2% in meno). Da fine settembre i mezzi consegnati sono stati oltre 35.000 e quindi sembra che lo scandalo del Dieselgate sia stato assorbito con una certa disinvoltura.

In particolare, sono stati il Transporter (139.100 veicoli, con quasi un +2%) e il Crafter (40.400 consegne, per quasi un +3%) a sostenere la marca. E questo nonostante che nei primi 10 mesi dell’anno in Europa Occidentale le vendite siano calate a 235.400 veicoli (-1,6%), con il flop della Germania (91.200 mezzi per un vistoso -6,3%).

Molte bene invece la Spagna (oltre il +10%, per 8.200 unità contro 7.400) e il Regno Unito (+9, con 41.000 consegne contro 37.600). In Europa orientale, le vendite sono di contro diminuite del 18,7% (25.000 veicoli contro 30.700). Ma la performance più interessante con 28.300 consegne (quasi un 40% in più) è in Medio Oriente e in particolare in Turchia, dove sono stati venduti 25.600 veicoli (+46,4%).

In Sud America, infine, il numero dei veicoli commerciali consegnati è sceso del 6,4% (da 33.500 a 31.300), con solo 10.000 furgoni (-35,2%) in Brasile mentre a controbilanciare con un +18,9% è il  mercato argentino.

 Le consegne per modello:

● 139.100 veicoli della gamma Transporter (136.500; quasi +2%)

● 40.400 veicoli della gamma Crafter (39.300; quasi +3%)

● 114.300 veicoli della gamma Caddy (122.900; -7%)

● 62.600 veicoli della gamma Amarok (63.450; -1,3%)

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti