Veicoli - logistica - professione

Home Professione Leggi e politica L’autista deve estrarre la carta tachigrafica quando smette di guidare? La risposta del ministero dell’Interno

L’autista deve estrarre la carta tachigrafica quando smette di guidare? La risposta del ministero dell’Interno

-

È un dubbio che serpeggia spesso tra gli autisti di veicoli pesanti: la carta conducente va estratta dal tachigrafo ogni qual volta ci si allontana dal camion oppure se ne può fare anche a meno? Adesso a questo interrogativo risponde direttamente il ministero dell’Interno con una circolare datata 3 luglio 2020 che chiarisce definitivamente come va interpretato l’articolo 34, paragrafo 3 del Regolamento (UE) 165/2014, in cui è appunto scritto che quando i conducenti si allontanano dal veicolo e non sono pertanto in grado di utilizzare il tachigrafo installato sul veicolo stesso, i periodi di tempo quali “altre mansioni”, “periodi di disponibilità”, “interruzioni di guida” e “periodi di riposo” sono inseriti sulla carta del conducente mediante il dispositivo di inserimento di dati manuale del tachigrafo digitale.

Ma soprattutto l’art. 34, al paragrafo 2 dello stesso Regolamento, prevede anche l’obbligo per i conducenti di proteggere le carte di cui sono titolari.

Ecco perché la Direzione Generale della Mobilità e dei trasporti della Commissione Europea ha chiarito che non vi è alcun obbligo per i conducenti di rimuovere la propria carta dal tachigrafo al termine del periodo di guida giornaliero; l’unica cosa a cui sono obbligati gli autisti è di assicurarsi che la loro carta sia protetta e utilizzata soltanto da loro e non da altri.

Sulla base di tali premesse, il ministero dell’Interno conclude che il conducente è obbligato a estrarre la propria carta dal tachigrafo soltanto se il camion esca dalla sua esclusiva disponibilità e se quindi non possa a quel punto evitare che un altro autista utilizzi lo stesso veicolo.

Al contrario, ogni qual volta un autista debba iniziare un periodo diverso dalla guida, perché impegnato in altre mansioni, in tempi di disponibilità o per una pausa o riposo e il veicolo rimanga nella sua esclusiva disponibilità, può lasciare tranquillamente la propria carta all’interno del tachigrafo digitale

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti