Veicoli - logistica - professione

Home Prodotto Mondo leggero Le Clever Bodybuilder Solutions del sito Mercedes-Benz Vans a Ludwigsfelde. L’allestimento fa...

Le Clever Bodybuilder Solutions del sito Mercedes-Benz Vans a Ludwigsfelde. L’allestimento fa spettacolo

Il van è uno strumento flessibile, in grado di svolgere una gamma straordinariamente ampia di missioni di trasporti. Ma a questo scopo necessita di una struttura apposita, creata ad hoc nei casi più complessi o perfettamente integrata con il veicolo in quelli standard. In un giorno solo la divisione Vans della Stella ha alzato il sipario su ben 34 di questi allestimenti speciali. Tutti da applaudire nel lavoro quotidiano

-

34 allestimenti speciali per i veicoli commerciali della Stella. Sono questi i protagonisti di una sorta di spettacolo, intitolato «Clever Bodybuilder Solutions 2019», andato in scena a Berlino Est, più precisamente a Ludwigsfelde, negli stabilimenti Mercedes-Benz, i cui protagonisti sono stati ovviamente la divisione Vans della Stella e l’intera serie dei suoi allestitori partner. Uno spettacolo vario, perché racconta storie di cassoni ribaltabili in alluminio da sfruttare per l’edilizia ma anche di autobus per gli ospiti di una cerimonia nuziale, ma più in generale ogni narrazione ha un contesto diverso che comprende, oltre alla già citata Edilizia, anche il Commercio e l’eGrocery, il Corriere espresso, la Consegna pacchi e la logistica, l’Assistenza e la prestazioni di servizi, i Veicoli operativi e quelli per servizi comunali, il Trasporto passeggeri, la Mobilità limitata, l’Autocaravan e altri ancora. Entriamo allora nel dettaglio di alcune di queste storie.

Mercedes-Benz VanPartner e VanSolutions

C’è allestimento e allestimento. Da circa quindici anni Mercedes-Benz Vans collabora con diversi costruttori, per commercializzare soluzioni di prodotto congiunte offerte al cliente secondo due formule essenziali:

  • Mercedes-Benz VanPartner, che coinvolge gli allestitori dotati di competenze e know-how per profilare soluzioni individuali. Circa il 90% dei veicoli è venduto con tale soluzione, basata sull’ordine e la fatturazione distinta del veicolo e dei rispettivi ampliamenti e allestimenti, mentre rispetto all’assistenza, alla garanzia e alla responsabilità civile, ogni costruttore è responsabile del proprio prodotto;
  • Mercedes-Benz VanSolution, che coinvolge i partner nello sviluppo di nuove soluzioni di completamento e di allestimento standardizzate per la fornitura di fabbrica e quindi da includere nel listino e da offrire, finanziare e vendere unitamente al veicolo. La fatturazione è unica e copre anche manutenzione, assistenza, garanzia commerciale e garanzia legale. Questa soluzione offre altri vantaggi al cliente finale che, oltre ad avere a che fare con un solo interlocutore, vedrà ridotti i tempi di attesa fra ordine e consegna e un unico processo di definizione e configurazione del veicolo finale.

Artic fox: Il van frigo 100% elettrico per consegne “fresche

Mercedes-Benz Vans ha sviluppato, in collaborazione con Kerstner l’Arctic fox, un concept basato sul Vito elettrico e pensato per l’eGrocery, vale a dire per le consegne di generi alimentari in ambito urbano. Il veicolo dispone di un sistema di propulsione e di un impianto di raffreddamento completamente elettrici. L’integrazione di quest’ultimo nella rete di bordo del veicolo ha consentito di ridurre al minimo l’esigenza di batterie supplementari. in foto, grazie a uno specchio, si possono vedere i pannelli solari posti sul tetto del veicolo.

Ogni settore ha le sue storie e le sue esigenze, ma esistono alcuni caratteri che tornano sempre, in quanto espressione di questi tempi: digitalizzazione, elettrificazione e sostenibilità. Ecco, per esempio, come la spinta di questi caratteri abbia ispirato questo veicolo destinato al eGrocery e chiamato Arctic fox, sviluppato in collaborazione con Kerstner. Si tratta di un concept basato sul Vito elettrico e pensato per le consegne di generi alimentari in ambito cittadino dove le emissioni zero sono se non obbligatorie, quanto mai gradite. L’Artic fox dispone di un sistema di propulsione e di un impianto di raffreddamento completamente elettrici, il quale, essendo integrato nella rete di bordo del veicolo, ha consentito di ridurre al minimo l’esigenza di batterie supplementari. Già testato dalla società belga HelloFresh, l’Artic fox ha mantenuto costanti le temperature nel vano di carico durante tutte le consegne confermandosi affidabile non solo per le consegne di generi alimentali freschi in ambito urbano, ma di tutte quelle tipologie di prodotti sensibili agli sbalzi di temperatura (come per esempio i farmaci).

RFID, realtà aumentata ed esoscheletri

LA PRODUZIONE FUTURISTICA DI LUDWIGSFELDE

Lo stabilimento Mercedes-Benz di Ludwigsfelde vanta una lunga storia che inizia negli anni Trenta, quando il sito era votato alla produzione di motori per aeromobili e dove, durante la guerra, erano impiegate 11 mila persone, molte delle quali provenienti da un vicino campo di concentramento vicino. Terminato il conflitto, lo stabilimento fu riconvertito prima alla produzione di ciclomotori Wiesel e Pitty, poi di camion W50 dell’IFA e infine, tornato sotto l’egida della casa di Stoccarda, ai veicoli commerciali. Oggi l’impianto produttivo di Ludwigsfelde è un gioiello di organizzazione e digitalizzazione dei processi produttivi. Pensate che lungo la linea di produzione della nuova generazione dello Sprinter sono state introdotte tecnologie collegate in rete come la RFID (radio-frequency identification) e la realtà aumentata oltre a dispositivi di supporto ergonomico come gli esoscheletri, al fine di agevolare il lavoro degli addetti, accrescere la flessibilità e l’efficienza dei processi. Per il futuro, gli esperti Mercedes-Benz stanno sperimentando, tra l’altro, reti neurali artificiali che potrebbero essere utilizzate per un controllo intelligente integrale della produzione.
Con circa 2.000 dipendenti e oltre 110 tirocinanti lo stabilimento è uno dei maggiori datori di lavoro e formatori industriali della regione. Dalle sue linee di produzione escono ogni giorno circa 250 Sprinter, un ritmo sufficiente per soddisfare una domanda commerciale che nel 2018 ha superato le 200 mila unità.

Dopo l’eVito è la volta dell’eSprinter

UNA GAMMA ELETTRIFICATA

Ci sono tanti dubbi sulle alimentazioni che spingeranno i veicoli di domani, ma su un punto sembrano convergere tutti: i Van, soprattutto se impegnati in missioni urbani (vale a dire la stragrande maggioranza) funzioneranno con motori elettrici. Sulla base di tale certezza Mercedes-Benz ha definito la propria strategia «eDrive@VANs» e adesso mostra anche i suoi frutti concreti. Il primo è l’eVito, già disponibile sul mercato in versione Furgone e Tourer e in grado di consumare, a zero emissioni di CO2, 24,2 – 20,2 kWh/100 km nel ciclo combinato. Il secondo è l’eSprinter, mostrato a Berlino con un allestimento Spier con cui si arricchiva di un sistema di scaffali Eco Shelf 2.0, specifico per le consegne dell’ultimo miglio dei corrieri espressi. Per questo veicolo i dati, ancora provvisori, parlano di un consumo di corrente nel ciclo combinato di 27,0 kWh/100 km, di un’autonomia di circa 400 km e di una ricarica veloce della batteria ad alto voltaggio dal 10% all’80% in meno di un’ora. In prospettiva vedrà la luce anche l’eCitan.

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti