Veicoli - logistica - professione

Home Prodotto Mondo leggero Mercedes-Benz rompe gli indugi: il nuovo Citan giungerà sul mercato nel 2021 inoltrato

Mercedes-Benz rompe gli indugi: il nuovo Citan giungerà sul mercato nel 2021 inoltrato

Si sa che è pronto, ma per il lancio ufficiale la Stella attende la seconda metà del prossimo anno. E seppure anche la seconda generazione di questo small van da città sarà frutto della collaborazione con Renault, a Stoccarda ci tengono a sottolineare che avrà «il DNA tipico del marchio» e una versione elettrica

-

Non deve essere facile pianificare il lancio di un nuovo veicolo nell’attuale contingenza sanitaria. Alla fine, un po’ come si fa per un film di 007 (la cui uscita nelle sale è stata più volte prorogata), si tende a guardare in avanti. Ma quanto avanti? Mercedes-Benz Vans, per esempio, scommette sulla seconda metà del 2021 come momento propizio per lanciare la seconda generazione del Citan, il figlio più piccolo della sua gamma, vale a dire la furgonetta pensata per la distribuzione urbana. Per adesso non dice molto di più: si sa che di fatto il veicolo è pronto, che circolano in rete foto rubate dei mezzi in prova camuffati e che, soprattutto, l’offerta di motori contemplerà anche una variante elettrica, perfettamente congeniale peraltro alle missioni cittadine del veicolo. In più, sempre a proposito di motori, si può ipotizzare che sotto al cofano finirà con l’ospitare l’efficientissimo OM 654 già apprezzato sul Vito fresco di rinnovo, vale a dire un quattro cilindri da 1.950 cc, caratterizzato per il massivo ricorso all’alluminio (e quindi molto leggero) e per l’adozione di alcune soluzioni tecniche in grado di spingere in alto la coppia e in basso i consumi. 
In ogni caso, così come avvenne per la prima generazione, anche per la seconda generazione il Citan sfrutterà la collaborazione produttiva stabilita con l’alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi. In altre parole nascerà sulla catena di produzione del Kangoo, anche se, oltre alle già ricordate differenti motorizzazioni, sarà ampiamente personalizzato per renderlo coerente con lo stile Mercedes-Benz, vale a dire – spiegano a Stoccarda –«avrà il DNA tipico del Marchio» e offrirà «un design inconfondibile, massima sicurezza ed eccellente connettività». 
Per il resto, grande enfasi viene data alla versione furgone – di quella persone per ora non si parla, anche perché pare debba uscire nel 2022, con il nome di Classe T – sottolineandone il generoso volume di carico, la ridotta altezza della soglia di carico e le due porte laterali scorrevoli con cui si accede al vano di carico, condizione necessaria per poter giungere in consegna in città trafficate su qualunque lato della strada. 
Gli ultimi due ingredienti con cui viene preparato il Citan sono ugualmente coerenti con le dotazioni tipiche del marchio, ovvero il comfort di marcia e la completa dotazione di sistemi di sicurezza.

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti