Veicoli - logistica - professione

Home UeT Blog Me l'ha detto un camionista... Ristorante Hostaria dei Savonarola

Ristorante Hostaria dei Savonarola

-

Premessa necessaria: faccio questa recensione da casa mia, nella speranza che quando la leggerete l’epidemia di coronavirus si stia esaurendo. Fortunatamente la locanda di cui intendo parlare l’avevo visitata tempo addietro e dunque non ho dovuto spostarmi in un momento in cui dobbiamo tutti restare a casa (tranne i trasportatori che eroicamente spostano merci da un lato all’altro del Paese). Ma parliamo di cibo. Il posto si chiama Hostaria dei Savonarola e si trova ad Occhiobello, appena fuori dall’uscita autostradale omonima. Il ristorante è dedicato alla memoria dei Savonarola e in particolare del suo esponente più famoso, Girolamo, il predicatore originario di Ferrara che il 23 maggio 1498 fu impiccato e poi arso sul rogo a Firenze, insieme ai confratelli Domenico e Silvestro, con l’accusa di eresia. Fu l’ultimo atto di un’esistenza passata a perseguire la corruzione dei costumi, contro i Medici a Firenze e i Borgia a Roma e in particolare contro papa Alessandro VI, il bieco mandante della sua esecuzione. Detto che la Chiesa ha poi riabilitato il personaggio e i suoi scritti teologici, le nostre citazioni si riferiranno appunto a frasi famose del… focoso – in tutti i sensi – frate domenicano.

«Non è animale più cattivo dell’uomo che è senza legge»

GIROLAMO SAVONAROLA, RELIGIOSO, POLITICO E PREDICATORE

Il percorso che ci porta alla trattoria passa per la A13 Bologna-Padova, al casello di Occhiobello. Appena fuori dalla barriera c’è subito una rotonda, si prende la terza uscita e dopo circa 200 m ecco apparire il nostro obiettivo sulla destra, facile da trovare e particolarmente vicino. Il ristorante possiede un ampio parcheggio di fianco e sul retro, che può tranquillamente ospitare fino a circa 15 camion. L’aspetto esterno è moderno e gradevole, mentre dentro trovo un ambiente elegante, con 150 coperti divisi in tre sale, tutti con la giusta “mise en place” (cioè apparecchiati bene). Il menu del giorno prevede una scelta tra 4 primi, 4 secondi e 4 contorni. Le combinazioni sono solo primo, solo secondo o entrambi, tutti però accompagnati da contorno, acqua e caffè. Il menu primo costa 12 euro, quello secondo 14 e quello completo 16.

«Il padre della orazione è lo silenzio e la sua madre è la solitudine»

GIROLAMO SAVONAROLA, RELIGIOSO, POLITICO E PREDICATORE

Ordino l’acqua e mi faccio portare un intrigante risotto alla zucca. Il piatto è veramente perfetto: riso cotto a puntino, condimento cremoso e non troppo violento nel gusto, dose abbondante. Complimenti allo chef. Più in là clienti abituali – almeno pare vista la familiarità con le cameriere – magnificano le doti delle penne al tonno e olive. Ne chiedo un assaggio che mi viene consegnato con un sorriso. Giudizio positivo anche in questo caso, ma il troppo olio sul fondo non ne fa certo un piatto dietetico.

«Il ventre di Maria Vergine è più capace di tutto il mondo»

GIROLAMO SAVONAROLA, RELIGIOSO, POLITICO E PREDICATORE

Come secondo non resisto al fascino del cordon bleu, stupito di vederlo in lista (come forse sapete è un piatto di origine svizzera). In sintesi, si tratta di un petto di pollo impanato e croccante, ripieno di prosciutto cotto e formaggio fuso. Anche qui la porzione è abbondante, con ben due cotolette, ma la pietanza ha qualche difetto; impanatura un po’ troppo spessa; formaggio saporito, ma non bello molle come mi aspettavo; prosciutto in alcuni punti ancora freddo, il che mi fa pensare a una preparazione precotta. Comunque il piatto si salva, anche perché accompagnato da patate arrosto pregevoli. Chiedo poi ad altri vicini di tavolo com’è il cosciotto di maiale al forno e ne ricevo un feedback positivo. Il conseguente assaggio mi trova d’accordo, il sapore è delizioso.

«V’ho mostro, con tante ragioni, che questa strologia iudicatoria del libero arbitrio è falsa»

GIROLAMO SAVONAROLA, RELIGIOSO, POLITICO E PREDICATORE

Si chiude come sempre col caffè, di fascia medio-alta. Nota di merito per il servizio solerte e velocissimo, con buona attenzione al cliente. Il conto mantiene le promesse e i 16 euro finali mi sembrano un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Permettetemi a chiusura qualche considerazione su Fra’ Girolamo. Apprezzabile per la sua lotta alla corruzione e decadenza della Chiesa, autore di memorabili accuse alla Roma nuova Sodoma («Nella lussuria ti sei fatta meretrice sfacciata, tu sei peggio che bestia, tu sei mostro abominevole»), ho sempre trovato il predicatore troppo austero e cupo per i miei gusti. Poi non l’avrei bruciato, sia ben chiaro. Ma ai fanatici di qualsiasi specie preferisco sempre l’equilibrio della razionalità e il buon senso. E il buon cibo, naturalmente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RISTORANTE HOSTARIA DEI SAVONAROLA
Via Eridania, 36 – Occhiobello (RO)
Tel.:0425-750176
Cell.: 347-3389204
Fascia di prezzo: 12-16 euro
Parcheggio: ampio, può ospitare fino a 15 camion
Giorno Chiusura: sempre aperta (h. 12-22)
Tipo cucina: italiana e internazionale
Piatti forti: risotto alla zucca; cosciotto di maiale al forno
E-mail: prenota@hostariadeisavonarola.it
Sito Internet:
https://hostariadeisavonarola.wordpress.com