Veicoli - logistica - professione

Home UeT Blog La salute vien guidando Sondaggio: Esiste ancora la solidarietà sulla strada? Ritmi serrati ed egoismo la...

Sondaggio: Esiste ancora la solidarietà sulla strada? Ritmi serrati ed egoismo la osteggiano

-

In questi anni ci siamo spesso imbattuti in racconti di storie solidali tra autotrasportatori, di belle amicizie nate sulla strada, tra le aree di sosta, durante le lunghe attesa del carico o scarico, in un momento di difficoltà con il mezzo, oppure a tavola, davanti a un buon pasto ristoratore. Così abbiamo chiesto di raccontarci alcune esperienze vissute sollecitando le persone a riportarle in un breve post.
Richiesta rivolta a 21 gruppi Facebook (Fast Autotrasporto, Logistica, Spedizioni, Appalti e Servizi, I Camionari del Porto, Camionisti informati, Camionisti ovunque, Noi camionisti nell’anima, Fratelli camionari, Truck driver, Vita di strada missione camionista, Buona strada Lady Truck, Over the top – Fratelli dell’asfalto, Camionisti per passione, L’impiegato del volante, I padroni dell’asfalto, Megaconsorzio per la sopravvivenza, Camionista x passione, Gli amici del bestione, Camionisti in movimento, I bisonti della strada, Camionisti del sud e Camionisti drivers, oltre alla pagina personale di Guido UeT) e che si è tradotta in circa un centinaio di commenti che abbiamo suddiviso in tre categorie:

  • considerazioni su come sia cambiato l’autotrasporto negli anni: è la categoria che ha raccolto il maggior numero di commenti.
    Un aspetto interessante che è emerso da questo gruppo di risposte, è come sia cambiato l’aiuto reciproco e la solidarietà tra autotrasportatori (ma ci verrebbe da dire, tra le persone in generale) negli ultimi anni. In molti, segnalano che i gesti altruistici erano più frequenti tra gli anni Ottanta e Novanta rispetto ai giorni nostri.
    I camionisti imputano questa carenza di solidarietà principalmente agli attuali ritmi lavorativi molto serrati, ma anche a un maggior egoismo a scapito del senso di corporativismo, a un elevato rischio sulla strada (ad esempio, “Negli ultimi anni mai, fino agli anni 90 era abbastanza frequente che qualcuno si fermasse, ma sinceramente non me la sento di dare tutta la colpa alle persone, il problema è che il lavoro è diventato troppo frenetico, sempre con i minuti contati”, “Prima era la prassi…tante volte si fermavano sconosciuti a dare una mano…Ora è molto difficile che accada”, “È cambiato prima di tutto il rispetto tra noi…e poi i ritmi di lavoro non consentono perdite di tempo…Io sono 38 anni che faccio questo lavoro…E veramente oggi è tutta un’altra storia…Si è persa la solidarietà che c’era tra di noi…”).
  • storie e aneddoti: di storie ne abbiamo raccolte diverse. Ne elenchiamo alcune:
    • «A me è successo, ma il problema è stato che nel parcheggio in autostrada dove mi sono fermata tutti facevano finta di niente e, dopo 35 minuti che dovevo reinserire la gomma scoppiata nel suo comparto, allora si è fermato un collega. Poiché anche lui aveva bisogno, ci siamo aiutati a vicenda e ancora oggi lo ringrazio anche se dalla fretta che avevamo non ci siamo scambiati i nostri numeri. Però lo ringrazio come ringrazio tutti quelli che mi hanno guardato ridendo per quella cretina che cercava di cambiare una gomma. Ps. ho impiegato 40 minuti ok gomma del carrello grande aiuto ma tirati i dadi con pistola a pressione rotto un palo di ferro ma ce l’ho fatta. sono testarda».
    • «A me è successo di incontrare un vecchio amico di una ditta di trasporti che ormai è fallita. Parliamo di 22 anni fa quando cominciai e lui mi faceva da maestro, io ero alle prime armi. Un giorno a Venezia Mestre l’ho incontrato così, per caso. Ero fermo per una pausa a Porto Marghera, vado a mangiare una pizza e lo vedo. Era vecchissimo ha 82 anni ora. Mi fatto una gran gioia rivederlo» .
    • «3′ giorno di bilico, manovra molto difficile x entrare in un cancello ad angolo retto dalla strada con lo spazio giusto 30 cm in più, x girare col trattore, il collega dopo che mi ha dato tutte le indicazioni del caso ed io non sono riuscito ad entrare, ha preso lui il mezzo e dopo un’innumerevole dose di bestemmie…abbiamo scaricato…lui non mi ha cambiato la giornata, mi ha salvato il posto di lavoro».
    • «Collega, posso dirti solo che 2 settimana fa stavo sganciando il rimorchio all’uscita di Parma ore 6 del mattino, un collega si avvicina e mi chiede se avevo i cavi delle batterie perché non gli partiva il camion, avevo fretta ma non me la sono sentita di lasciarlo la. A buon rendere, buona strada a tutti!»
    • «Io ho aiutato dei poveri colleghi in autogrill che sono rimasti in panne per via della batteria, nn mi è costato nulla a dargli una mano, anzi loro in cambio mi hanno offerto la birra».
    • Si… Una decina di anni fa ( forse più) prima dell’uscita di arezzo. mi stavo fermando nel parcheggio prima dell’uscita quando bummm. Ero carico ed era ora di cena. Ripeto mi sarei fermato lì per la notte. insomma riesco ad entrare e a parcheggiare vicino a dei bisarchisti (non ricordo la ditta) ma del sud. Scendo e dico, dai domattina ci penso. I colleghi (c’erano anche molto giovani) mi dicono: Dai accomodati con noi (avevano dei tavolini apparecchiati ed era proprio in questo periodo) beh!… Ragazzi …mi hanno fatto mangiare con loro e alla mattina i piu’ giovani non mi hanno fatto toccare cricco. tutto il gruppo unito e straordinario. a distanza di anni ……. Grazie Colleghi!👍👍👍
    • «Nel 1994, in ottobre, un poliziotto della stradale mi diede una mano con i perni bloccati, rimasi sbalordito, ma erano altri tempi».
    • «A me è successo che abbiamo litigato durante un sorpasso e ora dopo ben 18 anni è il mio miglior amico….non è una gomma bucata o altro ma rimane un’amicizia lunga e sincera su cui posso contare per ogni situazione non piacevole».🤗
  • gli ironici: ovvero quelli che amano sdrammatizzare su qualsiasi situazione. In questo caso sono solo 5 i commenti ottenuti (per esempio: “Di squarciare una gomma si…che qualcuno si fermasse no.…”, “Buongiorno Guido UeT prendiamoci un caffè anche senza gomma squarciata e cambiamo argomento, và”).

Il post di Guido UeT «Qualche tempo fa mi sono trovato con una gomma squarciata. Nulla di grave, ma è il classico contrattempo che rallenta la giornata. Un collega, vedendomi, si è fermato per darmi una mano e, in due, abbiamo risolto velocemente la questione. Gli sono stato molto riconoscente e, a oggi, è un caro amico. E a voi? È mai capitata una situazione simile

Fratelli camionari31
Truck driver17
Guido UeT7
Noi camionisti nell’anima6
Camionisti del sud6
Buona strada lady truck5
Camionisti ovunque4
Vita di strada missione camionista4
Figli dell’asfalto 24
Camionisti informati4
Over the top3
Megaconsorzio per la sopravvivenza2
La vita ti ha reso camionista2
Camionisti in movimento2
Camionisti drivers2
Totale99
I gruppi coinvolti nel sondaggio e il numero di commenti raccolti.


Sullo stesso tema, potrebbe interessarti:

– Amicizia: quali benefici per la salute?
L’amicizia è anche un antidolorifico naturale

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti