Veicoli - logistica - professione

Home Prodotto Componenti ST System Truck. Come ti trasformo il cuore dei pesanti

ST System Truck. Come ti trasformo il cuore dei pesanti

Il sistema di visualizzazione, utilizzabile per veicoli commerciali e pesanti, verrà lanciato nel 2020 insieme ad altre tecnologie ADAS integrate

-

Si potrebbe dire che ST System Truck, azienda mantovana specializzata nell’aggiunta di assali, impianti di sterzatura e in generale nelle trasformazioni di veicoli industriali, lavori sotto… copertura. I suoi interventi, infatti, non sono immediatamente visibili, ma sono concentrati sul telaio, nel cuore nascosto del veicolo.

Prendiamo, per esempio, l’ultima sfida: un inverter – colorato in azzurro nell’immagine – da montare sullo Scania R LNG nell’area contenente il gruppo di valvole che gestisce l’impianto a metano. Ebbene, il lavoro di ST è stato appunto quello di ridefinire e ottimizzare il layout di quel gruppo, in modo da creare lo spazio per installare l’inverter, necessario ad alimentare l’impianto di refrigerazione del semirimorchio, che può così fare a meno del motore a gasolio.

L’azienda italiana è oggi una delle poche ad avere competenza per intervenire sui sistemi LNG e CNG che stanno prendendo sempre più piede nel nostro Paese. Sui veicoli “green” ST opera modificando i layout e ottimizzando la disposizione dei componenti sullo chassis (non solo nei pesanti su strada, ma anche per macchine spazzatrici, per raccolta rifiuti, ecc.), oppure ampliando la capacità degli impianti a metano. Ora l’azienda lombarda è già al lavoro sulla configurazione 1+3 – con aggiunta del quarto assale – di un Iveco Stralis CNG con passo ridotto. Ed è quasi pronta anche una soluzione di incremento dell’autonomia per il Daily CNG, studiata in collaborazione con Iveco.

Ma qual è il motivo del successo di ST System Truck? Sicuramente la professionalità e la completezza del servizio fornito, che va dalla progettazione, in stretta collaborazione con i costruttori, alla gestione delle omologazioni e dei parametri dei veicoli, all’ingegneria sulle varie trasformazioni del mezzo (assali, sospensioni, sistemi sterzanti, allungamenti e accorciamenti di passo e modifiche di layout).

Tra la molteplicità di soluzioni in faretra dell’azienda emerge il fiore all’occhiello, l’impianto di sterzatura idromeccanico Technology, concepito per comandare lo sterzo di un assale aggiunto, sia in marcia avanti che in retromarcia. È un impianto molto semplice nell’architettura, facilmente implementabile sulle più disparate tipologie di mezzi e quindi ideale per il retrofit. Inoltre, non richiede competenze specifiche per la manutenzione e la gestione e non impatta in alcun modo sulla guida del veicolo. Technology è oggi installato su oltre 6.000 assali circolanti in Europa e nel mondo ed è il sistema usato in primo impianto da Renault Trucks nello stabilimento di Bourg en Bresse, dove viene montato sui veicoli 8×2 della Serie C sul quarto assale posteriore.

Carta d’identità

UN FATTURATO DA 7,5 MILIONI DI EURO

ST System Truck, una delle maggiori aziende di trasformazione di veicoli industriali in Europa, è nata nel 2000. Da gennaio 2015 la sede produttiva di 15.000 mq (di cui 4.000 coperti) è situata a Roverbella (Mantova). Negli ultimi anni il fatturato è cresciuto stabilmente fino a raggiungere i 7,5 milioni di euro, mentre la capacità produttiva è aumentata fino a oltre 700 veicoli trasformati all’anno.

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti