Veicoli - logistica - professione

Home Prodotto Acquisti T High 1894 Edition celebra i125 anni di Renault Trucks

T High 1894 Edition celebra i125 anni di Renault Trucks

125 esemplari con cui festeggiare 125 anni di storia. Ecco la nuova serie limitata T High 1894 Edition, un concentrato di know-how e innovazione

-

 

 

  

125 anni sono un compleanno importante e il costruttore della Losanga per festeggiarlo si regala la nuova serie limitata T High 1894 Edition con cui rende omaggio alle sue radici con riprendendo i colori del logo Berliet.

La carrozzeria ha un’esclusiva verniciatura blu notte mentre alcune parti del veicolo, come la calandra, sono evidenziate dal giallo oro, mentre altri elementi, come i cerchioni, sono rossi.

Il T High 1894 è equipaggiato anche di trombe e di una barra di luci sul tetto di colore giallo oro.

Diversi elementi grafici sulla carrozzeria esaltano le linee e la dinamicità del veicolo, come la firma “Edition 1894” sulle due fiancate e sul retro della cabina. Le carenature laterali presentano un logo disegnato per l’occasione con le sagome degli iconici camion del marchio utilizzate nella trama, che formano il diamante del logo Renault Trucks, e con una locomotiva al centro, che rappresenta il logo Berliet.

Anche all’interno ritroviamo gli stessi colori; il cruscotto e il volante sono in blu notte e gli interni delle porte sono dotati di finiture rosse e blu. Gli aeratori, profilati in rosso, vanno a completare l’armonia interna del veicolo. La selleria in pelle nera Recaro® è impunturata in rosso e il poggiatesta è ricamato con la firma dorata “Edition 1894”. Il T High 1894 è dotato anche di tappetini impunturati in rosso e tendine oscuranti giallo oro.

Per non farsi mancare nulla, questa limited edition strizza l’occhio a un alto livello di comfort del conducente, come il cruscotto panoramico con schermo LCD “Edition 1894” e lo schermo aggiuntivo ROADPAD+ con videocamera posteriore. Il T High 1894 monta un motore da 13 litri con una potenza di 520 CV.

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti