Veicoli - logistica - professione

Home Prodotto Mondo pesante Un Mercedes-Benz eActros per il cioccolato Ritter

Un Mercedes-Benz eActros per il cioccolato Ritter

-

La Alfred Ritter GmbH & Co KG di Waldenbuch, produttrice del cioccolato Ritter Sport, ha iniziato a testare per i servizi di navettaggio tra il magazzino di Dettenhausen e lo stabilimento di produzione di Waldenbuch un camion alimentato a batteria.

L’eActros si occupa principalmente di garantire che le nocciole, le mandorle, la pellicola di imballaggio e gli altri materiali di imballaggio provenienti dal magazzino, che dista circa sette chilometri, vengano consegnati per la produzione delle famose tavolette di cioccolato. L’eActros è impegnato per rifornire inoltre lo “SchokoShop” – lo spaccio della Ritter Sport – con il cioccolato appena prodotto nella fabbrica limitrofa.
Il camion da 18 tonnellate ha un’autonomia di circa 200 chilometri ed è dotato di una cassa mobile refrigerata Schmitz Cargobull, anch’essa ad azionamento elettrico e quindi senza emissioni, progettata appositamente per i servizi di distribuzione. Le batterie del camion elettrico vengono caricate durante la notte nei locali della fabbrica Ritter Sport.

L’eActros è entrato nella seconda fase del suo test pratico e presto sarà gradualmente consegnato ad altri clienti come parte della cosiddetta “flotta dell’innovazione”. Tra i risultati ottenuti durante le prove pratiche è il riscontro che l’autonomia di circa 200 chilometri dell’eActros si è confermata realistica, indipendentemente dal carico utile, dal percorso o dalla topografia. Il mezzo elettrico si dimostra così alla stessa altezza di uno diesel convenzionale, in termini di disponibilità e prestazioni nel traffico cittadino ed extraurbano. Il sistema di raffreddamento del carico, ma anche l’aria condizionata, hanno funzionato senza alcuna limitazione in condizioni di caldo estremo e in inverno.
In termini di comfort i conducenti hanno già espresso soddisfazione sulla continua disponibilità di coppia, sulla silenziosità in cabina e sulla guida piacevole e fluida.

L’eActros si basa sullo stesso telaio del fratello alimentato a diesel, tuttavia, l’architettura del veicolo è completamente orientata alla trazione elettrica e presenta un’elevata percentuale di parti specifiche. La trazione è fornita da due motori elettrici vicini ai mozzi delle ruote dell’asse posteriore con una potenza di 126 kW ciascuno e una coppia massima di 485 Nm ciascuno. Ciò si traduce in 11.000 Nm ciascuno dopo il rapporto di trasmissione, che è una prestazione equivalente a quella di un camion convenzionale. Le batterie agli ioni di litio da 240 kWh possono essere caricate completamente in due ore (a 150 kW).

L’eActros che verrà prodotto in serie già dal prossimo anno presso lo stabilimento di Wörth sul Reno sarà superiore al prototipo in termini di portata, potenza e sicurezza, sarà a due e tre assi.

Lo sviluppo e il collaudo di autocarri elettrici pesanti nel trasporto di distribuzione è finanziato in parte dai ministeri Federali per l’Ambiente (BMU) e dell’Economia e dell’Energia (BMWi) nell’ambito del progetto Concept ELV².

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti