Veicoli - logistica - professione

Home Prodotto Mondo pesante Unimog si conferma il fuoristrada dell'anno

Unimog si conferma il fuoristrada dell’anno

Miete consensi e premi il truck dell’off road per eccellenza, amato dai giramodo, apprezzato nel comparto agricolo come in quello cantieristico o boschivo per le sue doti di robustezza, efficienza e longevità

-

Unimog da oltre 70 anni è sinonimo di off road estremo. E il veicolo della Stella, che originariamente fu concepito per l’agricoltura, in questi anni ha trovato ampi spazi d’uso intervenendo laddove altri mezzi si trovano in difficoltà.
Oggi viene utilizzato su terreni particolarmente impervi e difficili grazie alla sua trazione integrale che “morde” letteralmente il terreno dimostrando doti di alta affidabilità.
Affidabilità e anche longevità grazie al telaio completamente saldato, alla catena cinematica incapsulata e alla sua altezza da terra di 40 cm che conferiscono alla struttura maggiore solidità. Particolarmente utilizzato come veicolo forestale, antincendio, porta attrezzi, spazzaneve, bimodale, in Sicilia accompagna i turisti a visitare I crateri più alti dell’Etna.

Amato e pluripremiato, Unimog oggi raccoglie un’altro riconoscimento dai lettori della rivista tedesca”Off Road”, che l’hanno votato per la 16° volta consecutiva come fuoristrada dell’anno nella categoria “Veicoli speciali” incassando il 54,7% delle preferenze. L’Unimog è molto popolare tra i giramondo come veicolo base per viaggiare lungo, ma sopratutto fuori dalle strade asfaltate.

«Siamo molto soddisfatti di questo premio, anche se non abbiamo potuto accettarlo personalmente a causa della situazione attuale – ha commentato Ralf Forcher, responsabile vendite e marketing di Unimog – Anche questa è una dimostrazione di fiducia nei confronti del nostro Unimog da parte dei lettori Off Road e li ringraziamo immensamente per questo. Anche dopo quasi 75 anni l’Unimog è il fuoristrada per eccellenza e attualmente detiene il record mondiale di guida in quota per un veicolo a ruote. Molte delle sue ingegnose caratteristiche, come il sistema di montaggio a tre punti per il corpo dell’abitacolo, lo rendono un veicolo ideale per spedizioni oltre le strade asfaltate, su terreni difficili o per viaggi ad altitudini appena sotto i 7000 m sul vulcano attivo più alto del mondo, come ha recentemente dimostrato.».

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti