Veicoli - logistica - professione

HomeProdottoComponenti«Catena del freddo», nuovo software di Geotab per il trasporto refrigerato

«Catena del freddo», nuovo software di Geotab per il trasporto refrigerato

La soluzione digitale dell'azienda canadese fornisce al fleet manager informazioni quasi in tempo reale sull'unità di raffreddamento del veicolo, oltre a controllarne e monitorarne costantemente la temperatura

-

Controllare costantemente e da remoto la temperatura e lo stato del trasporto refrigerato per ottimizzare le consegne dell’ultimo miglio. È l’obiettivo dichiarato di “Catena del freddo”, l’ultima novità dedicata a mezzi pesanti e furgoni refrigerati presentata da Geotab, società canadese leader nel settore IoT (Internet of Things) e dei veicoli connessi.

Si tratta di un add-in, ovvero un software di piccole dimensioni, che completa ed estende le funzionalità della piattaforma MyGeotab, favorendo il monitoraggio costante della temperatura all’interno dei veicoli, in modo da garantire la conformità ai requisiti normativi internazionali in materia di temperatura, nonché la conservazione ottimale per la consegna di merci come generi alimentari e prodotti farmaceutici, vaccini compresi.

L’add-in abilita la comunicazione bidirezionale tra fleet manager e unità di refrigerazione, permettendo di inviare comandi e analizzare quasi in tempo reale qualsiasi problema di refrigerazione che si dovesse verificare durante il percorso. Con la diagnostica da remoto e gli insight telematici è così possibile ricevere informazioni tempestive e dettagliate sullo stato del veicolo e su eventuali guasti al sistema motore, consentendo inoltre di creare prove di consegna per i clienti e molto altro. Con Catena del freddo le flotte possono così beneficiare di dati in-transit più accurati che contribuiscono in ultima analisi a ridurre gli sprechi, garantendo che le merci siano mantenute alla temperatura corretta durante il viaggio, in un ambiente più sicuro.

La soluzione per il trasporto refrigerato di Geotab è stata sviluppata pensando in particolare alla consegna dell’ultimo miglio, da un hub logistico alla destinazione finale. Le consegne di questo tipo hanno infatti visto un deciso aumento con la pandemia (+25%), destinato probabilmente a perdurare (secondo uno studio del World Economic Forum, almeno il 10-20% della crescita registrata durante la pandemia si confermerà anche nel post-Covid). Un trend che va affermandosi anche in Italia, come dimostrato dai recenti dati del Politecnico di Milano, specialmente nei settori del food delivery (+56% nel 2021 rispetto al 2020), nei prodotti alimentari di largo consumo (+39%) e nell’assistenza sanitaria. Secondo i dati di una ricerca condotta nel corso del 2021 da Berg Insight, la temperatura ideale per la maggior parte dei prodotti (farmaci, sangue, ecc) varia tra i 2° e gli 8° C, ma esistono eccezioni che è fondamentale poter controllare adeguatamente (alcuni vaccini, come è noto, richiedono di essere conservati a -80° C). Si tratta dunque di un business in espansione, tanto che si prevede che entro il 2025 i dispositivi di monitoraggio di mezzi refrigerati in Europa passeranno dagli attuali 170.000 a 275.000 (fonte Berg Insights, The Cold Chain Tracking and Monitoring Market 2021).

Il software Catena del Freddo rappresenta un complemento strategico della soluzione Geotab Truck per l’Europa, lanciata lo scorso anno. Connettendo le flotte di mezzi pesanti a uno degli hub telematici più avanzati sul mercato, Geotab Truck per l’Europa fornisce alle aziende l’accesso a una piattaforma aperta, completamente personalizzabile e basata sui dati che contribuisce a soddisfare le esigenze in evoluzione dei gestori di flotte di mezzi pesanti nel Continente.

Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti

close-link