Veicoli - logistica - professione

Home Rivista

Rivista

Se non riesci a leggere tutti i contenuti di questa sezione non preoccuparti: non è il tuo computer a non funzionare bene. Più semplicemente, per visualizzare e quindi leggere gli articoli degli ultimi tre numeri di Uomini e Trasporti è necessario essere abbonati. Una cosa che può fare chiunque, accedendo all’apposita area riservata

Uomini e Trasporti di ottobre è on line

Un numero, come sempre, tutto da leggere. Dall'editoriale, all'inchiesta, dall'intervista, alle novità di prodotto, dalle rubriche dei nostri esperti, alle voci on the road... Buona lettura!

EDITORIALE | Le accise del gasolio, un carburante elettrico

I veicoli elettrici sono realtà. Appartengono, cioè, al nostro presente. Certo, in giro ce ne sono ancora pochi, ma sempre più case costruttrici, anche di veicoli pesanti, sono giunte a produrli in serie.

Come costruire il riscatto delle infrastrutture

Fra gli allegati al DEF 2020 figura, come previsto dalla normativa vigente, il «Documento Infrastrutture», approvato dal Consiglio dei Ministri nello...

Il committente straniero non paga? Ecco il decreto ingiuntivo europeo

Sì, esiste da diversi anni, malgrado sia poco conosciuto, l’istituto del decreto ingiuntivo europeo e serve proprio per consentire al mondo...

SPID, l’amministrazione… veloce

SPID è l’acronimo di Sistema Pubblico di Identità Digitale ed è un sistema veloce di accesso ai servizi online della Pubblica...

Il nuovo riposo del pacchetto mobilità

In data 20 agosto 2020 è entrata in vigore una parte del Pacchetto mobilità approvato dall’Unione Europea a luglio. In particolare,...

Quali sfide riserva il post Covid. L’eredità tecnologica della pandemia

Più attenzione alla salute di dipendenti e clienti, ma anche misure organizzative per garantire la continuità operativa, maggiore ricorso alle tecnologie – dallo smart working alla dematerializzazione dei documenti – e tanta flessibilità per adeguarsi al nuovo mercato aperto dall’esplosione dell’e-commerce

Il pareggio tra gasolio e benzina voluto dal ministro Costa. Se l’accisa diventa Au pair…

Le associazioni dell’autotrasporto non ci stanno. Anche se non saranno toccati i rimborsi ai veicoli oltre le 7,5 ton, molte imprese ne sarebbero danneggiate. Tanto più che mentre il titolare dell’Ambiente vuole «restituire» le risorse al settore con incentivi «green», il suo collega per l’Economia vuole i 2,8 miliardi di maggiore entrata per finanziare per la riforma fiscale