Veicoli - logistica - professione

HomeRivistaRivista 2022

Rivista 2022

EDITORIALE | Albo, Ponte e prevenzione: a cosa servono?

Albo autotrasporto, Ponte sullo Stretto e prevenzione nella sicurezza. Tre argomenti distanti, che in questo numero teniamo insieme ponendoci, rispetto a ognuno, la medesima...

L’insostenibile attraversamento del Brennero

Mentre, nella seconda metà di novembre, le autorità dell’Alto Adige e del Tirolo si incontravano per discutere come alleggerire il traffico dei camion sull’asse...

Quando l’appalto ha per oggetto il trasporto

Nello scorso mese di giugno il legislatore ha modificato l’art. 1677-bis cod. civ. in materia di contratto di appalto. La nuova formulazione della norma...

Gli strumenti di risparmio fiscale nelle SRL

Innanzitutto, un consiglio: valutate bene la distribuzione degli utili delle SRL entro il 31 dicembre 2022. La scelta potrebbe permettere di ottenere un notevole...

Tempi di guida e di riposo: chiarimenti sulle deroghe

Il regolamento 561/2006, in materia di tempi di guida e riposo dei conducenti di veicoli adibiti al trasporto di merci e di persone, stabilisce...

Accolto dal TAR Lazio il ricorso di Assotir. Attesa la sentenza su quello della Fiap. Albo tutto da rifare

La giustizia amministrativa non ha – né poteva – contestare la legge che affida la scelta dei componenti alle Confederazioni, ma afferma che non poteva essere applicata nell’ultimo rinnovo che era già praticamente concluso. E ordina di ricostituire il Comitato centrale con le vecchie regole. Ma come?

Governo e associazioni. In attesa del primo appuntamento

I governi degli ultimi anni hanno incontrato le rappresentanze del trasporto merci su strada in media dopo quasi due mesi dall’insediamento. Sono in sospeso molti degli impegni del protocollo firmato a marzo a cominciare dalla questione delle accise, mentre riprendono quota i problemi dell’ART e dei valichi. Ma forse il dialogo è già partito sottotraccia, con canali ufficiosi

Il ministro Salvini torna a Infrastrutture e Trasporti. Nel nome del ministero

Cancellata la dizione Mobilità sostenibile, voluta dal precedente titolare, Enrico Giovannini. È la decima volta che il ministero dei Trasporti cambia nome da quando è stato istituito nel 1916. Anche per l’accorpamento e lo spacchettamento con le Infrastrutture

close-link