Veicoli - logistica - professione

HomeNews

News

DAF scalda i motori al nuovo XD: la presentazione all’IAA di Hannover

A esattamente un anno dalla presentazione sul mercato della pluripremiata serie di veicoli XF, XG e XG⁺ per il trasporto su lunghe distanze, già...

Consegne last-mile in Svizzera e UK: la proposta di Seven Senders per spedire e sdoganare le merci in 48 ore

Il commercio online sta vivendo una rapida crescita, registrando un incremento di spedizioni non solo a livello nazionale, ma anche verso i Paesi non...

Le evasioni barbariche del commercio di pallet | K44 Video

Quella delle frodi dei pallet è un'attualissima vecchia storia che si ripete da decenni. Il meccanismo è più o meno sempre lo stesso: i bancali di legno vengono rubati e, grazie a società fantasma che emettono fatture false, reimmessi nel mercato a prezzi più bassi, evadendo le tasse e alterando in maniera rilevante i prezzi del settore. A rimetterci, in tutto questo, è anche l'autotrasportatore, costretto a convivere con un mercato nero che si alimenta della cattiva gestione e, soprattutto, a sopportare tutta una serie di pesi: un coinvolgimento nella gestione e nel recupero non previsto dalla legge, una perdita di tempo indotta dal dover recuperare i pallet, i maggiori costi derivanti dal rimborso dei bancali non trovati. Parliamo di tutto ciò in questo nuovo episodio della serie «4 minuti di»

Tragedia sull’A1, muore un autotrasportatore

Due camion si scontrano tra Modena Sud e Valsamoggia, nell'incidente coinvolta anche un'auto. Bilancio drammatico: un morto e sei feriti. Uno dei mezzi pesanti perde candeggina e si innesca un principio d’incendio, subito domato dai Vigili del Fuoco

Progetto ANITA: quando il camion viaggia solo

Proseguono i test sulla guida autonoma all’interno del terminal intermodale di Ulm per il trasferimento di container dalla strada alla ferrovia

Doccia fredda per l’autotrasporto sulla riforma ETS | K44 Podcast

Nei giorni scorsi il parlamento europeo ha votato per includere l’autotrasporto all’interno dell’ETS, il sistema basato su un tetto massimo di emissioni inquinanti consentito alle diverse attività produttive. La notizia ha spiazzato doppiamente il settore del trasporto: non solo perché appena poche settimane fa lo stesso parlamento UE aveva respinto la proposta di allargare l’ETS al trasporto stradale e aveva rimandato il testo in Commissione ambiente, ma anche perché l’inclusione nel sistema sarà effettiva già dal 2024. Praticamente domani. Pronta la reazione di UETR (l’associazione europea degli autotrasportatori) che parla di decisione estremamente negativa, che desta forte preoccupazione in tutti gli operatori nazionali. Come si giustifica tale preoccupazione e quali sono le implicazioni per le imprese di autotrasporto? Ce ne parla in questo episodio Marco Di Gioia, segretario generale di UETR

Prolungare il taglio accise? Anita lo sconsiglia e chiede al governo di tenerne fuori l’autotrasporto

Fonti governative parlano di prolungare a settembre il taglio delle accise (25 cent) in scadenza l’8 luglio. Il presidente dell’associazione più vicina alle imprese strutturate si dice contrario, un po’ perché lo reputa inutile, un po’ perché sarebbe meglio, dal suo punto di vista, fissare un tetto massimo del prezzo delle materie prime o combattere in modo più incisivo le speculazioni in atto

Fedespedi elegge Alessandro Pitto alla presidenza

Presidente per il triennio 2022-2025, succede a Silvia Moretto

close-link