Veicoli - logistica - professione

HomeProfessioneLeggi e politicaContinuità territoriale: gli autotrasportatori congelano la protesta contro il caro traghetti

Continuità territoriale: gli autotrasportatori congelano la protesta contro il caro traghetti

-

Protesta sospesa nei porti sardi, dopo il positivo incontro iniziato nella tarda mattinata di oggi al ministero dei Trasporti – in presenza del ministro Maurizio Lupi, del consigliere Mino Giachino e del capo di gabinetto Giacomo Aiello – durante il quale i trasportatori e la Regione Sardegna hanno chiesto il congelamento dei forti aumenti e la revisione dei prezzi da parte della compagnia di navigazione Tirrenia. Secondo quanto si è appreso, il governo ha aperto un tavolo impegnandosi ad affrontare i problemi dei trasportatori. Le associazioni presenti al tavolo – Anita, Fedif, Artigianato Casa, Unatras, Trasporto Unito – hanno espresso giudizio positivo sospendendo la protesta; al termine si è svolto un primo incontro tecnico tra Ministero e Tirrenia.
Il blocco e il presidio dei porti di Cagliari, Olbia, Golfo Aranci e Porto Torres erano stati congelati questa mattina come richiesto dal Ministero all’atto della convocazione odierna e della conferma del ministro Lupi ad andare in Sardegna venerdì 21 giugno per incontrare il governatore Ugo Cappellacci e altri esponenti politici dell’Isola e discutere della vertenza sulla continuità territoriale marittima .

 

Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti

close-link