Veicoli - logistica - professione

HomeProdottoMondo pesanteÈ partita la prima fornitura di bio-LNG per TotalEnergies

È partita la prima fornitura di bio-LNG per TotalEnergies

Dal nuovo impianto lombardo di Bio Industria parte la sfida al mercato del biometano liquefatto ottenuto da sottoprodotti agro-zootecnici, una risorsa energetica innovativa, cruciale per il raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni e decarbonizzazione dei trasporti al 2050

-

È un bell’esempio di economia circolare l’impianto Bio Industria, inaugurato nei giorni scorsi a Verolanuova (Brescia), per la trasformazione di sottoprodotti della filiera agro-zootecnica in biometano liquefatto (bio-LNG), destinato a rifornire prevalentemente camion e navi. 
Un investimento importante (12 milioni di euro) sostenuto grazie alla partnership siglata lo scorso anno dai gruppi Green Arrow Capital e Lazzari&Lucchini, con la collaborazione di TotalEnergies, che si occuperà della distribuzione sulla sua rete. 

Ogni anno verranno trattate circa 47 mila tonnellate di reflui zootecnici e di biomassa agricola (principalmente triticale e sorgo) che diventeranno nuova materia prima, sia per produrre il carburante green, ma anche fertilizzante bio, particolarmente ricco di sostanze organiche vitali per il nutrimento dei terreni. 

L’innovativo impianto di bio-LNG, già attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ha una capacità produttiva che arriva fino a 5 tonnellate al giorno di biocarburante, per un totale di circa 1800 tonnellate l’anno. 

Il biometano liquido si sta ritagliando uno spazio sempre maggiore nel settore trasporti stradali e marittimi grazie al suo bassissimo impatto ambientale.
Si stima, infatti, che la riduzione di emissioni di CO2 prodotte da un mezzo alimentato a bio-LNG, rispetto a un mezzo analogo Euro VI Diesel, arriva fino all’80%; ma anche rispetto a un mezzo alimentato a LNG di natura fossile si assiste a una considerevole riduzione (fino al 65%). A questi numeri si aggiungono i significativi impatti sulla riduzione di NOx (ossido d’azoto) e di polveri sottili. 

Anna Lazzari, presidente della Lazzari&Lucchini, ha dichiarato: «Con questa alleanza vogliamo dare un contributo concreto allo sviluppo del biometano per perseguire l’obiettivo comune della transizione ecologica. Il bio-LNG è una risposta al cambiamento climatico e una valida alternativa per una mobilità a basso contenuto di carbonio. Il Gruppo L&L punta alla produzione di carburanti verdi a filiera corta per accrescere la propria competenza nella produzione di energie da fonti rinnovabili e rafforzare il legame con il territorio e la sua comunità. Ciò che la natura dona deve tornare ad essa, trasformata e valorizzata a beneficio di tutta la collettività».

Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti

close-link