Veicoli - logistica - professione

HomeProdottoMondo pesanteNuovi veicoli DAF, i primi allungati come l’Europa consente|K44 Risponde

Nuovi veicoli DAF, i primi allungati come l’Europa consente|K44 Risponde

L’Europa ha concesso ai costruttori di allungare i camion per consumare meno, per incrementare la sicurezza e per concedere maggior comfort agli autisti. DAF è la prima casa a usufruire di questa normativa e i suoi veicoli sono i primi a conquistare una cinquantina di centimetri di lunghezza. Come sono stati distribuiti? Quali conseguenze pratiche determinano sull’aerodinamica del veicolo? In che modo lo rendono più sicuro e confortevole?

-

I camion in Europa hanno una lunghezza massima consentita: 18,75 metri per gli autotreni e 16,5 metri per gli autoarticolati. Al contrario degli Stati Uniti, dove si limita per legge soltanto la lunghezza del rimorchio, in Europa si guarda a quella del complesso motrice più rimorchio. Di conseguenza le cabine, create per lasciare il maggior spazio possibile alle merci, sono state disegnate molto corte e squadrate. Ma tutto ciò le ha rese anche molto poco aerodinamiche. Da qui il paradosso: si fa l’impossibile per tagliare le emissioni inquinanti, ma poi queste vengono aumentate da veicoli che vanno incontro all’aria con il medesimo approccio di un muro verticale. Proprio per questo l’Europa ha cambiato idea e ha consentito ai costruttori di allungare le dimensioni dei camion allo scopo di: consumare meno; incrementare la sicurezza; concedere maggior comfort agli autisti. DAF è la prima casa a usufruire di questa normativa e quindi i suoi veicoli sono i primi a conquistare una cinquantina di centimetri di lunghezza. Come sono stati distribuiti? Quali conseguenze pratiche determinano sull’aerodinamica del veicolo? In che modo lo rendono più sicuro e confortevole? Ci spiega tutto Paolo A. Starace, amministratore delegato di DAF Veicoli Industriali

Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti

close-link