Veicoli - logistica - professione

HomeProdottoAllestimentiSchmitz Cargobull prosegue i suoi test di consegna del semirimorchio elettrico S.KOe

Schmitz Cargobull prosegue i suoi test di consegna del semirimorchio elettrico S.KOe

Consegnato alla tedesca STI il veicolo S.KOe COOL SMART, dotato di un assale elettrico e dell’unità di refrigerazione anch’essa elettrica con elettronica di potenza integrata e sistema di batterie

-

Schmitz Cargobull ha consegnato un esemplare del suo semirimorchio elettrico S.KOe a STI (Deutschland) GmbH, un’affiliata di STI Freight Management (società specializzata nel trasporto a temperatura controllata e soluzioni logistiche operanti in tutta Europa). L’azienda tedesca sperimenterà così per la prima volta le performance di un veicolo di questo tipo direttamente su strada.

«Siamo interessati a capire come funziona il semirimorchio elettrico nelle operazioni quotidiane e, attraverso una costante raccolta di dati nei prossimi due anni, determinare quanto sia sostenibile questa soluzione nel nostro segmento di attività, tenendo conto dei più alti standard qualitativi. In questo collaboriamo strettamente con Schmitz Cargobull», ha spiegato Oliver Exner, Senior Operations Manager STI.  

«Se i test avranno successo – prosegue il manager di STI – in futuro doteremo la maggior parte della nostra flotta di semirimorchi elettrici. Questo significa potenzialmente che più di 200 rimorchi porteranno legittimamente il logo Zero Emission».

Il semirimorchio refrigerato consegnato alla STI è un S.KOe COOL SMART, dotato di un assale elettrico e dell’unità di refrigerazione anch’essa elettrica con elettronica di potenza integrata e sistema di batterie. L’unità di refrigerazione del veicolo è progettata per il raffreddamento e il riscaldamento del carico senza emissioni. Questo si riflette nella capacità di raffreddamento (fino a 15.900 W) e di riscaldamento (9.100 W).

Il veicolo è inoltre dotato del sistema telematico Schmitz Cargobull TrailerConnect. Questo sistema, che è integrato di serie nel veicolo, consente di monitorare lo stato di carica della batteria, l’autonomia residua e il tempo di ricarica residuo.

La consegna del veicolo di Schmitz Cargobull alla STI segue quella avvenuta a luglio presso il noleggiatore TIP e l’operatore logistico Cornelissen. Si tratta di un’ulteriore dimostrazione dell’impegno del costruttore di semirimorchi verso un trasporto sostenibile, da sempre asset fondamentale.

Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti

close-link