Veicoli - logistica - professione

HomeProdottoServiziAS 24 «apre la sbarra» dei pedaggi autostradali anche all’Italia

AS 24 «apre la sbarra» dei pedaggi autostradali anche all’Italia

Passango, il dispositivo di riscossione dei pedaggi interoperabile già attivo in diversi Paesi europei, ora arriva anche in Italia. L’annuncio dal palcoscenico del Transpotec

-

Al Transpotec Logitec 2024, la manifestazione di riferimento in Italia per il settore del trasporto e della logistica, svoltasi dal 7 all’11 maggio scorsi a Milano Fiera, ha partecipato anche AS 24 Italia, mettendo in mostra i servizi offerti agli autotrasportatori.

Tra le principali novità annunciate dalla società (controllata di AS 24 SAS, a sua volta filiale della compagnia TotalEnergies SE), c’è l’approdo nel nostro Paese del dispositivo Passango. Già attivo in numerosi Paesi europei (Francia, Spagna, Portogallo, Belgio, Svezia, Danimarca, Austria, Germania, Polonia, Bulgaria e ora, appunto, anche Italia), Passango è il dispositivo multifunzionale e interoperabile per l’esazione dei pedaggi autostradali.

Si tratta di una soluzione che, oltre a facilitare la gestione delle tasse e dei pedaggi, consente anche la geolocalizzazione in tempo reale della flotta, l’acquisizione rapida dei dati relativi ai tragitti, la programmazione e l’ottimizzazione dei costi. Inoltre, è in grado di assistere i trasportatori grazie a servizi di avviso in caso di tragitti più onerosi, vietati o con anomalie riguardanti la classe di pedaggio e la stazione di ingresso. Il dispositivo gestisce in modo semplificato la riscossione del pedaggio con unica fattura, prevede un servizio di assistenza h24 e in 16 lingue, la segnalazione e l’accesso ai parcheggi custoditi, un’area clienti dedicata di facile utilizzo per il controllo dei dispositivi, i cambi targa e il monitoraggio dei costi.

«Oggi per noi è un grande giorno – ha dichiarato Marco Cassago, managing director di AS 24 Italia – perché siamo approdati alla fase VRS (quella conclusiva che verifica, cioè, la regolarità del servizio con Autostrade per l’Italia) per il nostro dispositivo di riscossione dei pedaggi Passango. Alla fine di questo periodo, entreremo in fase di commercializzazione».

«Il dispositivo – ha continuato Cassago – è già utilizzato da tutte le flotte europee. In Italia sarà proposto, oltre che dalle nostre filiali, anche dal neonato consorzio Mobility & Services, creato da AS 24 Italia. Questo consorzio rappresenta per noi un elemento molto strategico, perché ci permetterà di raggiungere una cifra d’affari tale da ottenere il massimo degli sconti autostradali per il trasporto conto terzi che vanno richiesti al Ministero ogni fine d’anno».

Marco Cassago, Managing Director di AS 24 Italia

La partecipazione a Transpotec Logitec, inoltre, ha rappresentato un’ulteriore testimonianza dell’impegno di AS 24 Italia nell’ambito del trasporto sostenibile. L’azienda sta investendo infatti attivamente nella produzione e commercializzazione di biocarburanti come l’HVO100, un combustibile rinnovabile sostenibile al 100%, costituito da materie prime vegetali, rifiuti e grassi animali che riduce significativamente l’impatto sull’ambiente.

Accanto all’HVO100, la società sta implementando l’offerta di fonti di energia sostenibili come il BioGNC, l’LNG e una futura rete di stazioni di ricarica elettrica ad alta potenza al fine di supportare gli autotrasportatori nella loro roadmap verso la neutralità di carbonio (zero emissioni nette).

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti

close-link