Veicoli - logistica - professione

HomeProfessioneLeggi e politicaIl governo del Regno Unito semplifica l'iter delle patenti per diventare camionista

Il governo del Regno Unito semplifica l’iter delle patenti per diventare camionista

Londra si prepara ad attuare una serie di modifiche per riformare il sistema dei test per l'ottenimento delle licenze di guida degli autotrasportatori. L'obiettivo è quello di snellire le procedure burocratiche e porre rimedio alla carenza di autisti

-

Semplificare l’iter delle patenti per diventare camionista, rendendolo più snello e veloce. È quanto si apprende dal sito ufficiale del governo britannico, che sarebbe in procinto di riformare il sistema dei test per le patenti dei camionisti.

L’obiettivo? Porre rimedio alla carenza di autotrasportatori che sta caratterizzando in questo periodo il mondo del trasporto. Un problema, quello della penuria di camionisti, che tra l’altro sta avendo importanti conseguenze sulle ridotte forniture in diversi settori, primo fra tutti quello dei supermercati, che da qualche tempo affliggono il Regno Unito.

In particolare, l’esecutivo britannico si sta preparando a introdurre una serie di modifiche. Tra le più significative, quella della creazione di un esame unico per chi aspira alla patente di categoria C, quella dei mezzi pesanti, e per quella di categoria E, riservata agli autoarticolati. Attualmente, devono passare circa 2-3 settimane tra l’esecuzione dei due test (fonte BBC). Con la riforma, gli aspiranti autotrasportatori dovranno sostenere solo un esame per guidare sia un camion che un autoarticolato, piuttosto che dover fare due esami separati (distanziati nel tempo).

Secondo le stime del governo britannico, «questo provvedimento renderà disponibili circa 20.000 test di guida del camion in più ogni anno, con la conseguenza che i conducenti potranno ottenere più rapidamente la licenza ed entrare quindi sin da subito nell’industria del trasporto».

Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti

close-link