Veicoli - logistica - professione

HomeProfessioneUfficio trafficoPiù offerte di carico per gli autotrasportatori? Ci pensa Amazon Relay

Più offerte di carico per gli autotrasportatori? Ci pensa Amazon Relay

Registrandosi al portale del sito e-commerce americano, i corrieri di piccole e medie dimensioni possono accedere a migliaia di possibili trasporti in tutta Europa, in modo gratuito e senza obblighi minimi di carico

-

Amazon ha lanciato in questi giorni il programma Amazon Relay, un programma che permette alle aziende di trasporto di moltiplicare le proprie rotte, fare crescere la propria attività e contenere il più possibile i viaggi a vuoto, raggiungendo così l’ottimizzazione della propria operatività.

Come funziona Relay? In generale Amazon assegna i propri carichi direttamente ai suoi collaboratori principali ma, a causa della fluttuazione della domanda dei clienti o di eventi imprevedibili e non compatibili con i carichi fissi già pianificati, esiste anche un numero limitato di singole rotte che Amazon non assegna direttamente. Tutti questi carichi vengono allora inseriti sul portale Amazon Relay e resi disponibili ai collaboratori ivi registrati. I corrieri di piccole e medie dimensioni potranno così prenotare questi viaggi e lavorare insieme ad Amazon, in modo del tutto gratuito e senza obblighi minimi di carico.

I trasportatori hanno anche la possibilità di offrire la propria capacità di carico sul portale stesso e di indicare la tariffa richiesta per un trasporto. Se nella tabella di carico è presente un’offerta adeguata a tale richiesta, questa viene immediatamente indicata al corriere, il quale può decidere se accettarla o meno.

L’applicazione offresia la localizzazione della posizione del magazzino da cui ritirare la merce, sia l’autorizzazione per l’accesso nei siti di carico. Questo significa che l’autocarro in arrivo condivide la propria posizione con il personale del sito tramite il GPS nella app, viene registrato e riceve direttamente le istruzioni su come consegnare o ritirare il carico presso il sito Amazon.

Va sottolineato come tutti i carichi offerti siano gestiti esclusivamente da Amazon Transportation Services, senza altri partner contrattuali. Poiché si parla, inoltre, di migliaia di carichi all’interno della rete logistica europea del colosso dell’e-commerce, le offerte avranno percorsi e distanze differenti che consentono ai corrieri di qualsiasi dimensione di selezionare un carico adatto alle proprie esigenze, evitando così viaggi a vuoto.

Per poter registrare la propria azienda di trasporti su Amazon Relay, è necessario disporre disporre di una propria flotta di veicoli e di una licenza valida per il trasporto internazionale di merci (licenza UE) oppure di una licenza nazionale, di un’assicurazione valida per il trasporto merci (assicurazione CMR – vettoriale) e di un’assicurazione che copre i propri veicoli. L’intero processo di registrazione può essere eseguito digitalmente e in diverse lingue, con un team dedicato che segue tutti i collaboratori durante la fase di registrazione e gestione. Tutte le informazioni utili al riguardo possono essere consultate all’indirizzo https://relay.amazon.it.

Tutti i carichi offerti su Relay sono carichi completi (FTL) di magazzini della rete italiana ed europea di Amazon e contengono pacchi in consegna al cliente o necessari per il bilanciamento degli inventari. I collaboratori registrati su Relay trasportano solo ordinativi di clienti precedentemente stoccati nei centri logistici, quindi merci non refrigerate. Per il trasporto è necessario un semirimorchio classico, telonato o furgonato, con i pacchi che vengono impilati su bancali e caricati.

Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti

close-link