Veicoli - logistica - professione

HomeUeT BlogMe l'ha detto un camionista...Ristobar Mangiamoci sù | Sarno (SA)

Ristobar Mangiamoci sù | Sarno (SA)

-

Domenico Pugliese

Il locale di cui parlo oggi ce lo segnala Domenico Pugliese, 45 anni, per gli amici semplicemente “O’ Pugliese”, così com’è riportato dalla scritta luminosa sul parabrezza del suo autocarro. Domenico, da 23 anni autista di camion, lavora attualmente per la ditta LG Autotrasporti ed è nato a Sarno, in provincia di Salerno. E proprio nella località campana, nella zona industriale accanto alla sede della sua azienda, si trova il ristorante – anzi il ristobar – Mangiamoci Sù, presso il quale il nostro amico va a pranzare ormai da quando è stato aperto, 7 anni fa.

MANGIAMOCI SÙ RISTOBAR

Il locale, aperto nel 2017, è stato rilevato nel dicembre 2019 da due soci, Aldo Corrado e Giorgio Somma, ed è aperto dalla prima mattina fino alle 18. Oltre al ristorante c’è un bar tabacchi dove si può fare anche la prima colazione.
«Nella lista che cambia tutti i giorni – mi racconta Aldo – è possibile scegliere tra tre primi, tre secondi e tre contorni. Il costo del menu fisso è 10 euro, me se si prende un mezzo menu (primo e un contorno o secondo e un contorno, più pane e acqua) il prezzo scende a soli 7,50 euro. Facciamo una cucina tradizionale, di stampo regionale. Tra i piatti che vanno di più la pasta, patate e provola e la braciola di vitello alla napoletana, poi lasagne e polpette, ma sono solo alcuni esempi, variamo molto le ricette».

Il locale ha un parcheggio privato per leauto, ma i veicoli pesanti possono comodamente parcheggiare nelle aree industriali adiacenti.
«Lavoriamo molto con i trasportatori, i lavoratori industriali, gli imprenditori della zona – aggiunge il ristoratore – ma anche privati e famiglie. Insomma, abbiamo una clientela diversificata che ci dà molte soddisfazioni. Però devo confessare che con i camionisti abbiamo un rapporto privilegiato e molto particolare. Siamo come una famiglia, quasi fossimo zio e nipoti. Siamo riusciti a creare un bell’ambiente lavorativo e anche chi viene da noi la prima volta credo rimanga colpito dalla nostra familiarità e disponibilità. Unire il lavoro al piacere di stare insieme – conclude – è una cosa che non si vede tutti i giorni, no?».

close-link