Veicoli - logistica - professione

HomeProdottoServiziTranspotec 2024. Il digitale al servizio del trasporto

Transpotec 2024. Il digitale al servizio del trasporto

Alla manifestazione milanese le ultime novità dei sistemi digitali di gestione delle flotte, sempre più innovativi ed efficienti. Ecco alcune anticipazioni

-

Le aziende di trasporti non possono più fare a meno del digitale. I sistemi gestionali delle flotte garantiscono maggiore efficienza con una capacità coordinativa in progressivo miglioramento grazie a innovazioni costanti in grado di assicurare più sicurezza e sostenibilità. Al Transpotec 2024 saranno presenti numerosi imprenditori del settore. Ecco una carrellata su ciò che porteranno all’evento.

Continental VDO presenterà la seconda versione del DTCO 4.1 (GEN 2), tachigrafo intelligente previsto dalle norme europee. Questo dispositivo combina le specifiche tecniche richieste dall’UE con la consueta impostazione e logica di funzionamento, un sicuro aiuto ai conducenti che non dovranno abituarsi a qualcosa di nuovo. L’inedito tachigrafo viene già installato su tutti i veicoli con peso superiore alla 3.5 ton di nuova immatricolazione, anche se, al più tardi entro il 31 dicembre 2024, i mezzi attivi nel trasporto internazionale ed equipaggiati con tachigrafo analogico o digitale di prima generazione (ovvero installati su veicoli immatricolati prima del 15 giugno 2019), dovranno obbligatoriamente sostituire l’apparecchio.
Uno dei vantaggi del DTCO 4.1 per gli autocarri che fanno la linea estera è l’eliminazione della necessità di effettuare la sosta, una volta completato il passaggio di frontiera per registrare la nuova nazione, poiché la rilevazione del transito tra i due Stati avviene in modo automatico. In questo modo si combatte il cabotaggio illegale e si crea maggiore trasparenza sulle tariffe di mercato.
Altra funzionalità è il servizio Scorecard VDO Fleet. Premendo semplicemente un pulsante, viene offerta una panoramica completa di tutte le infrazioni commesse dalla flotta e da ogni singolo autista. È possibile verificare tempestivamente se c’è il rischio di superare i limiti posti dalle norme e se gli errori di pianificazione delle attività di trasporto o la non adeguata condotta individuale degli autisti siano la causa delle violazioni.
VDO sfrutta i numerosi dati raccolti dal nuovo tachigrafo e li connette alla telematica per la gestione della flotta, formando un ecosistema che permette all’azienda di avere un quadro completo di informazioni strategiche e reportistiche a disposizione del gestore di flotta (dove si trova il mezzo, quanto sta consumando, quante ore potrà ancora guidare l’autista, ecc.). Queste info rendono più efficienti le attività di pianificazione e i costi operativi di esercizio aziendali.
Un esempio dell’ecosistema sviluppato dall’azienda tedesca è la dashcam AI in tutte le sue differenti sfaccettature, che si integra con le telecamere di retromarcia e per la lettura dell’angolo cieco a tutela di pedoni e ciclisti. La dashcam, in particolare, è in grado di registrare il video di un evento e di trasmetterlo al portale a uso e consumo del gestore della flotta. Il quadro viene poi completato dai sensori di fatica in grado di rilevare la stanchezza e la distrazione dell’autista.
VDO – Pad. 18P – C37/C43

Dal 2015 in poi, Verizon Connect (allora nota come Visirun), non ha mai mancato un’edizione di Transpotec Logitec, se si esclude il periodo Covid. E anche quest’anno la filiale italiana della multinazionale statunitense sarà presente in fiera per esibire i suoi prodotti. La novità più intrigante è il lancio di uno strumento di idoneità per la gestione dei veicoli elettrici, in partnership con NextEra Mobility, aggiunto alla sua piattaforma Reveal EV. Soluzione che mostra ai clienti come la conversione ai veicoli elettrici (EV) possa supportare le aziende di trasporto a ridurre i costi e a raggiungere gli obiettivi di sostenibilità. Nella piattaforma, il cruscotto di controllo è di facile lettura ed evidenzia quali camion della flotta con motore a combustione interna possano essere sostituiti da quelli a batteria, assicurandosi che soddisfino i requisiti di autonomia giornaliera e presentando dati grafici a sostegno dei suggerimenti forniti. Inoltre, non è richiesto alcun input da parte dei fruitori, poiché l’analisi è effettuata automaticamente.
Dopo il successo del lancio negli Stati Uniti, Verizon Connect sta estendendo le funzionalità Reveal EV ai mercati di Germania, Francia, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo e Regno Unito. L’integrazione nella piattaforma dei dati relativi al livello della batteria e dello stato di carica dei veicoli – nonché le nuove funzionalità di reportistica e di notifica dedicate agli EV – consente di gestire le missioni delle unità elettriche. Le aziende europee possono monitorare facilmente lo stato di energia per capire se i veicoli si stanno ricaricando, per tenerli pronti in caso di necessità. Inoltre, è possibile verificare istantaneamente il residuo percentuale della batteria, così da assicurarsi che i mezzi possano svolgere regolarmente le attività in corso. La soluzione fornisce a tutti gli utenti di Reveal dettagli sui risparmi previsti in termini di costi del carburante e riduzione di CO2 che possono aspettarsi se decidano di elettrificare la flotta.
Da un’analisi della piattaforma di Verizon, è emerso che il 42% dei mezzi dotati di motore a combustione potrebbe essere sostituiti da quelli elettrici. Il rapporto ha analizzato i percorsi di oltre 90 mila veicoli commerciali, leggeri e medi, con motore a combustione interna (ICE), che hanno percorso più di 622 milioni di chilometri. Secondo Verizon questi van sono sostituibili con EV più sostenibili quando il chilometraggio giornaliero del veicolo ICE è compatibile con l’autonomia media di uno elettrico per almeno il 95% del tempo.
Le realtà che si rivolgono a Verizon Connect per adottare EV hanno risparmiato, secondo stime riferite al 2023, 2 milioni di dollari in costi totali di carburante e ridotto la produzione di anidride carbonica di circa 9.000 ton.
Un secondo prodotto presente al Transpotec è l’Equipment Asset Tracker (EAT), dispositivo hardware che supporta Reveal e Fleet, aiutando a gestire i dati degli asset quali stato, posizione, produttività e condizioni, riducendo al contempo furti e tempi di inattività dei macchinari principali e di alto valore. EAT, lanciato negli Usa e in Canada nel 2023, è stato esteso il mese scorso all’Europa, Italia compresa. Dal punto di vista progettuale il dispositivo è interoperativo, aggiornabile e sicuro, dispone di strumenti centralizzati e funzionalità di reporting che offrono ai fleet manager visibilità sulle prestazioni. L’hardware è disponibile in due versioni: una con cavo (EAT) per le attrezzature pesanti motorizzate, come le macchine movimento terra e i trattori, e una a batteria (EAT-B) per le attrezzature prive di fonte di alimentazione, come rimorchi. Ha formato piccolo ed elegante, con ampia scelta di configurazioni e la possibilità di autoinstallare la soluzione con riduzione dei tempi di inattività per i clienti. Il ciclo di vita della batteria può raggiungere i 13 anni in condizioni di utilizzo ottimali.
Verizon Connect – Pad. 22P – L07/L09

Anche Webfleet, divisione di Bridgestone per la gestione dei parchi veicoli, sarà presente al Transpotec Logitec. Un importante spazio dello stand sarà riservato all’acquisizione di esperienze e informazioni da parte di professionisti del settore. In questa sezione gli esperti Webfleet intervisteranno i visitatori per ricevere feedback in grado di direzionare meglio la produzione aziendale. A loro volta gli specialisti Webfleet saranno a disposizione degli ospiti per dimostrare come i sistemi per la gestione telematica delle flotte possano coniugare produttività e rispetto dei tempi di consegna con l’aumento costante della sicurezza – di autisti, merci e azienda – e l’abbattimento dell’impronta di carbonio.
Webfleet mette in campo una tecnologia in grado di interpretare i dati raccolti, restituendo in tempo reale informazioni fondamentali. Ad oggi, per esempio, sono nove i parametri rilevabili da OptiDrive 360, strumento di guida responsabile realizzato dalla casa giapponese: eccesso di velocità; eventi improvvisi come frenate, accelerazioni e sterzate brusche; idling (situazioni di veicoli fermi con motore acceso); consumo di carburante; mantenimento della velocità costante; marcia per inerzia; ottimizzazione del cambio marcia; capacità di mantenere una velocità green (viene mostrato il limite di velocità consigliato in base all’ottimizzazione del consumo di carburante e alla sicurezza stradale); cruise control. Una serie di dati che, processati e restituiti contestualmente al loro rilevamento, offrono alle aziende un’istantanea di ciò che sta accadendo a ciascun mezzo e autista della flotta.
Webfleet – Pad. 24P – P19/R20

Win Software porterà a Milano il suo nuovo gestionale WS Truck, ideato per risolvere tutte le problematiche che l’azienda di trasporto affronta quotidianamente, dalla pianificazione del traffico alla gestione del parco veicolare, dalla fatturazione al controllo amministrativo e contabile, fino all’analisi dettagliata del costo chilometri di ogni singolo mezzo. Una delle caratteristiche distintive del prodotto è l’elevata flessibilità nelle configurazioni, che consente una personalizzazione completa per adattarsi a ogni cliente. Inoltre, la nuova versione è progettata per essere sostenibile, modulare e scalabile, adattabile cioè alle esigenze in evoluzione dei fleet manager, senza dover investire in costosi aggiornamenti o modifiche sostanziali.
Essendo un software in cloud, è accessibile da qualsiasi postazione e con una maggiore sicurezza dei dati. E chi lo utilizza può accedervi da qualsiasi dispositivo con un semplice download, con maggiore flessibilità operativa e una gestione più efficiente delle attività, sia in ufficio che in movimento.
Per quanto riguarda il rapporto con i partner esterni, la nuova architettura, completamente rivista, permette una collaborazione nativa con le piattaforme di nuova generazione, integrandosi con altri sistemi per massimizzare l’efficienza delle operazioni. In tal senso Win Software ha concluso, per esempio, una partnership con Infogestweb, inserendo nel gestionale Ws Truck il loro software Golia, che consente al sistema di essere più efficace nell’ottimizzazione dei percorsi, nell’integrazione con le principali borse carichi, nella gestione del personale, nel controllo carburante ecc. Collegata al gestionale è l’applicazione Ws Truck App, con cui gli utenti possono avere il controllo della propria azienda in qualsiasi momento, grazie all’utilizzo sempre più frequente di dispositivi mobile (smartphone, tablet, ecc.). Con una semplice richiesta dal proprio cellulare, si può accedere in tempo reale a tutte le informazioni necessarie alla gestione aziendale.
Win Software – Pad. 22P – C09/D10

Keep in Touch, società fondata nel 2017 da Giuseppe e Lorenzo Pironi, presenterà la soluzione Jaltest Telematics by Cojali SL, di cui l’azienda milanese è rivenditore esclusivo per l’Italia e la Svizzera. Un dispositivo che sta rivoluzionando la gestione flotte, grazie all’applicazione dell’intelligenza artificiale al settore dei trasporti. Jaltest Telematics è una vera e propria ‘officina digitale’, in grado di combinare alla diagnosi remota la possibilità d’intervenire sullo stile di guida e l’ottimizzazione di consumi ed emissioni. Tramite un dispositivo di bordo, estrae dati dal veicolo e da tutte le unità, consentendo di tenere sotto controllo in tempo reale i mezzi, ovunque siano localizzati, e ogni eventuale anomalia. In quest’ultimo caso è possibile realizzare azioni avanzate a distanza per mantenere operativo il camion, come l’eliminazione dei codici di guasto, il reset di unità o contatori e la rigenerazione del filtro antiparticolato. L’intelligenza artificiale può invece rilevare possibili avarie prima che si verifichino e stabilire intervalli di manutenzione in base alla vita utile di ciascun componente, riducendo gli imprevisti, diminuendo i costi, aumentando la sicurezza e ottimizzando le risorse. Infine, grazie al trattamento dei dati raccolti dal veicolo con tecniche di machine learning, è possibile analizzare lo stile di guida in maniera obiettiva, senza rischi associati al percorso, al veicolo al carico.
Keep in Touch – Pad. 24P – D01/E02

Infogestweb-Golia, forte dei suoi 1.700 clienti, 70 mila veicoli gestiti e 20 mila autisti formati, mostra in fiera due novità: la prima è un modulo dedicato alle risorse umane per gestire i conducenti professionali di aziende del trasporto merci e persone. All’interno di un’unica interfaccia, si potranno amministrare presenze, assenze, indennizzi di trasferta e rimborsi spese, in modo da calcolare facilmente gli importi da inserire direttamente in busta paga.
Spazio poi all’app Golia Road, applicazione per permettere agli autisti di monitorare sul mezzo le funzioni relative alla guida e di comunicare direttamente con l’azienda. Questa, poi, sfruttando le funzioni «Missioni e Messaggi, potrà contattare il conducente all’interno del camion o del bus.
Si tratta di software integrativi, visibili sia nell’app Golia Road che nella piattaforma Golia360, proposti in aggiunta alle altre funzioni già implementate (scarico automatico dei dati tachigrafici, localizzazione GNSS, integrazione con i servizi di borse carichi, ecc.). In più c’è una sezione dedicata a: stile di guida, calcolo delle trasferte, report temperature, ricerca parcheggi e distributori. Tutte funzionalità che sono parte di un ecosistema digitale in cui sistemi di business intelligence, intelligenza artificiale e machine learning fanno sì che i vari servizi rendano redditizie le attività aziendali.
Allo stand i visitatori troveranno i servizi dedicati all’assistenza legale e lavoristica in Italia e in Europa e alla parte formativa con corsi per autisti e tutte le informazioni sulla Transport Business Academy in partenza il 18 maggio.
Infogestweb Golia – padiglione 22P – B09/C10

Geotab presenterà alcuni prodotti per ottimizzare la gestione delle flotte, con un occhio sempre rivolto alla sostenibilità. Un primo strumento si chiama Evsa (Analisi di sostenibilità dei veicoli elettrici) e serve a esaminare profili e schemi di guida specifici delle flotte, per identificare i mezzi più adatti alla sostituzione con veicoli elettrici (quasi il 60% del totale secondo l’analisi del software). Evsa fornisce anche consigli personalizzati su marche e modelli e tiene conto della disponibilità di Bev nel mercato, delle prestazioni in condizioni climatiche estreme e dei dati finanziari di acquisto.
L’altro tema di attualità è l’Intelligenza Artificiale. Con Geotab Ace la società canadese ha creato un ‘copilota’ per la gestione delle flotte basato sull’IA, in grado di semplificare l’accesso a informazioni di qualità con l’elaborazione quotidiana di miliardi di dati su sicurezza, manutenzione predittiva, percorsi e zone di attività, statistiche sui veicoli elettrici, eventi eccezionali, monitoraggio GPS. Lo strumento dà così risposte concrete a un’ampia gamma di domande complesse, memorizzando ogni dialogo.
Geotab – Pad. 24P – N11

Da 40 anni specializzata nello sviluppo software in house, in fiera mostra le ultime novità del mondo del tachigrafo, dalla gestione dei dati fino alla consulenza legale sui tempi di guida. Tra queste il DDD Police, software per la Polizia Stradale e Locale, che favorisce l’interpretazione della norma per l’autista e non lascia margine a contestazioni giudiziarie. Caratterizzato da un’interfaccia molto intuitiva, DDD Police può generare un fac-simile di verbale sanzionatorio. I report prodotti dal sistema sono a immediata disposizione delle forze di Polizia, così da poter svolgere controlli puntuali e rapidi e incrementare l’efficienza degli accertamenti su strada senza che questo rappresenti un impedimento per il conducente, che sarà libero di proseguire il proprio viaggio nel rispetto della pianificazione delle operazioni di trasporto.
Siak Sistemi – Pad. 24P

close-link