Veicoli - logistica - professione

HomeProfessioneFinanza e mercatoLNG e idrogeno, problemi e soluzioni verso la transizione energetica | K44 Risponde

LNG e idrogeno, problemi e soluzioni verso la transizione energetica | K44 Risponde

La transizione energetica è un concetto relativo. Quando, qualche anno fa, lo si esprimeva nel mondo dell’autotrasporto si indicava come possibile strada ecologica l’LNG (o GNL, nell’acronimo italiano). In molti la imboccarono, anche con qualche coraggio. Peccato che oggi stiano pagando il prezzo di quella scelta ambientale, perché il costo del metano liquido è più che raddoppiato rispetto a qualche mese fa. Come se ne esce? Mentre si ipotizzano alcune soluzioni, è iniziata la stagione dell’idrogeno, altro gas candidato a diventare una bandiera del trasporto sostenibile. A che punto è la sua evoluzione? In questo ricco episodio di K44 Risponde, realizzato alla fiera di Bologna mentre era in corso l’esposizione HESE, abbiamo ascoltato il parere di tanti: Domenico De Rosa (CEO di Smet), Andrea Manfron (segretario generale FAI) e Andrea Ricci (vice president di Snam4Mobility) ci hanno fatto capire meglio il difficile momento dell’LNG; Massimo Marciani (presidente del Freight Leaders Council), Paolo Barilari (responsabile ufficio stampa Freight Leaders Council), Giuseppe Napoli (ricercatore del CNR), Paolo Carri (responsabile prodotti sostenibili di Italscania) e Umberto Ruggerone (presidente di Assologistica) ci hanno indicato il modo con cui l’idrogeno potrà entrare nel quotidiano del trasporto e della logistica. Buona visione!

-

Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti

close-link