Veicoli - logistica - professione

Home Professione Leggi e politica ART chiede il pagamento del contributo per il 2021

ART chiede il pagamento del contributo per il 2021

Dopo la recente pronuncia del Consiglio di Stato l'Autorità dei Trasporti chiede il pagamento del contributo obbligatorio per l'anno 2021 e lo fa specificando che gli autotrasportatori soggetti al pagamento non saranno poi così tanti

-

Con la circolare n. 10/2021 arriva la richiesta dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti di pagamento del contributo per l’anno 2021. In seguito alla sentenza del Consiglio di Stato che sancisce l’obbligo per l’autotrasporto di versare un contributo obbligatorio all’ART a partire dal 2019, ecco che l’Autorità dei Trasporti non attende ad avanzare le sue richieste di pagamento.

E lo fa specificando in primis che «L’obbligo sussiste solo per gli operatori – operanti nel settore dei servizi di trasporto merci su strada connessi con autostrade, porti, scali ferroviari merci, aeroporti, interporti – che si avvalgono di mezzi aventi una capacità di carico di massa complessiva superiore a 26.000 Kg, nonché trattori con peso rimorchiabile oltre i 26.000 Kg». Inoltre, viene confermata l’aliquota dello 0,6 per mille a carico delle imprese che hanno ricavi superiori a 3milioni di euro annui, pertanto «Il contributo è dovuto solo se il suo importo risulti superiore a 1.800 euro per ciascuna annualità».

L’ART chiarisce anche il concetto di fatturato che «deve intendersi l’importo risultante dal conto economico alla voce A1 (ricavi delle vendite e delle prestazioni) sommato alla voce A5 (altri ricavi e proventi) o voci corrispondenti per i bilanci redatti secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS» specificando inoltre che per il calcolo del contributo «Deve essere preso in considerazione solo quello riconducibile ai mezzi con la capacità superiore a 26.000 kg, impiegati esclusivamente nei servizi di trasporto da/per le infrastrutture sopra richiamate, escludendo i ricavi delle attività svolte all’estero da questi mezzi». Date le premesse l’ART ritiene che «Gli autotrasportatori che dovranno pagare il contributo non saranno poi così tanti».

La scadenza entro cui pagare l’acconto è il 30 aprile 2021 ed entro il 5 marzo saranno pubblicate sul sito dell’Autorità www.autorita-trasporti.it le modalità attraverso cui si potrà versare il contributo.

#K44Risponde nella puntata del 2 febbraio ha dedicato una puntata sull’argomento, buona visione!

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti