Veicoli - logistica - professione

Home Professione Logistica DHL Express per Vivienne Westwood, consegne elettrizzanti

DHL Express per Vivienne Westwood, consegne elettrizzanti

È un percorso virtuoso quello intrapreso dai due gruppi che ha portato a ridurre in un anno 112 tonnellate in meno di emissioni di CO2. DHL prosegue la sua strada verso l'elettrificazione dell'ultimo miglio inserendo in flotta 100 nuovi E-Ducato

-

Il percorso della stilista britannica Vivienne Westwood verso un’industria della moda meno inquinante passa anche attraverso la mobilità con cui i suoi prodotti vengono distribuiti per raggiungere il consumatore finale.
Un percorso lungo il quale si inserisce DHL Express (Deutsche Post DHL Group) con il suo programma per la logistica sostenibile denominato Go-Green, con cui gestisce le spedizioni del lussuoso brand britannico tra Usa, Gran Bretagna, Francia e Italia. Una collaborazione che ha visto ridurre le emissioni generate dalle spedizioni dei prodotti Vivienne Westwood di oltre 112 tonnellate di Co2 (lanciato nel 2008, il programma Go-Green ha già raggiunto nel 2020 il suo obiettivo di ridurre le emissioni nocive del 30%). 

Nazzarena Franco, CEO DHL Express Italy

«Siamo molto contenti che un grande brand di moda come Vivienne Westwood ci abbia scelto come vettore di riferimento per le sue spedizioni anche dall’Italia verso il mondo – ha dichiarato Nazzarena Franco, CEO DHL Express Italy – Grazie al nostro costante impegno per la tutela dell’ambiente, siamo in grado di andare oltre al nostro naturale ruolo di corriere espresso: oggi intendiamo supportare i nostri partner anche per il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità come parte integrante del proprio processo di business».

L’impegno del Gruppo DPDHL è quello di portare entro il 2030 le emissioni annuali di CO2 a 29 milioni di tonnellate (senza le misure di sostenibilità introdotte arriverebbero a 46 milioni), con un investimento totale di 7 miliardi di euro.
Per le consegne dell’ultimo miglio il gruppo sta implementando l’elettrificazione della flotta di veicoli con l’obiettivo di arrivare ad avere, sempre entro il 2030, il 60% dei veicoli adibiti alle consegne (portandola dagli attuali 14mila mezzi a 20mila) alimentati da combustibili sostenibili. Ed è in questo disegno che si inserisce anche la partnership stretta con Fiat Professional verso l’elettrificazione del trasporto in ambito prettamente urbano.
È recente l’annuncio di DHL dell’acquisto dei primi 100 Fiat E-Ducato per la sua flotta europea. Un veicolo che da DHL è stato testato in diverse condizioni operative reali come temperature molto basse, pendenze estreme e lunghe distanze.

Redazione
Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti

close-link