Veicoli - logistica - professione

HomeProfessioneUfficio trafficoAl via il 18 gennaio collegamento intermodale Geodis tra Novara e Parigi

Al via il 18 gennaio collegamento intermodale Geodis tra Novara e Parigi

Il nuovo servizio, gestito da Geodis RT, parte del noto gruppo francese, fa riferimento al terminal di Novara Boschetto e propone come valore aggiunto la possibilità di caricare merci pericolose ADR, in quanto transita dalla Svizzera

-

Novara Boschetto – Noisy le Sec (Parigi). È questo il nuovo collegamento voluto da Geodis RT a partire dal 18 gennaio prossimo. Il primo treno, per essere precisi, partirà intorno alle 18 alla presenza dei vertici del Gruppo francese Geodis, di cui Geodis RT è parte integrante.

La frequenza del collegamento prevede tre viaggi a settimana e consente di trasportare 40 UTI/treno (80 andata/ritorno). Nel corso dell’intero 2022 sono in programma 135 circolazioni, che a conti fatti dovranno farsi carico di un quantitativo di merce che riuscirebbe a viaggiare tramite 10.800 camion. Per valutare la portata ambientale del servizio, si tenga presente che ogni viaggio consente di risparmiare il 73% di CO2 emessa nell’aria.

Ma l’autentico valore aggiunto di questo nuovo collegamento è il fatto di transitare dalla Svizzera, cosa che consente di poter caricare anche le merci pericolose classificate ADR, che invece al momento attuale riescono a circolare esclusivamente su strada. E questo potrebbe costituire un ulteriore motivo di interesse, già comunque garantito dall’opportunità per tante imprese del territorio di raggiungere in modo diretto l’area della capitale francese.

Geodis RT crede quindi fermamente sulla riuscita di questo servizio, è convinta che avrà un impatto importante anche in termici occupazionali, cosa che porterà con ogni probabilità alla crescita della filiale di Cameri, nei pressi di Novara, già interessata negli ultimi cinque anni da un raddoppio del numero di collaboratori.

Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti

close-link