Veicoli - logistica - professione

HomeProfessioneUfficio trafficoTachigrafo manomesso, autista sammarinese multato per 18.000 euro

Tachigrafo manomesso, autista sammarinese multato per 18.000 euro

Dai controlli della Polstrada di Ravenna sono risultate ben 20 infrazioni alla normativa sui tempi di guida e di riposo. Al malcapitato sono stati decurtati 200 punti e ritirata la patente

-

Un’ennesima truffa sui tempi di guida e di riposo ha messo nei guai un autista italiano residente nella Repubblica di San Marino, alla guida di un semirimorchio di proprietà di un’azienda sammarinese. Il conducente è stato scoperto a guidare abitualmente oltre le ore di guida consentite a Fosso Ghiaia sulla SS16, vicino a Ravenna. Durante un controllo della Polizia locale, gli agenti, con una sofisticata apparecchiatura dotata di software “Police controller”, sono riusciti a scaricare i dati telematici del mezzo, riscontrando numerose irregolarità nell’uso della carta e del cronotachigrafo digitale istallato sul veicolo.

C’era infatti qualcosa che non andava in quell’apparecchio. Ogni giornata lavorativa che registrava iniziava immancabilmente con un periodo di guida di 1 ora e 15 minuti e una percorrenza di 80 km circa. Ebbene, quel tempo e quei km passavano senza che l’autotrasportatore inserisse la carta tachigrafica nel dispositivo. La carta veniva introdotta solo all’arrivo nel primo luogo di carico, il porto di Ravenna. In questo modo l’autista riusciva a effettuare più viaggi in un solo giorno, rientrando nel totale delle ore di guida consentite.

Messo di fronte all’evidenza delle infrazioni accertate, l’autista ha ammesso di aver commesso tutte le irregolarità. La punizione è stata severa: una maxi-multa da 18.000 euro per 20 infrazioni accertate e la decurtazione di 200 punti sulla patente con ovvio ritiro della patente stessa.

Qualcuno si potrebbe chiedere perché un residente a San Marino, con patente sammarinese, possa essere multato per infrazione ai tempi di guida e di riposo in Italia. Il regolamento sui tempi di guida e riposo 561/06 della UE è infatti in vigore per i trasporti su strada effettuati esclusivamente all’interno dei 28 Paesi della Comunità Europea, tra cui non c’è la Repubblica del Titano. Tuttavia, il piccolissimo Stato che si trova in Romagna fa parte di un altro gruppo di Nazioni alle quali si applica un accordo chiamato AETS (Accordo europeo sul trasporto stradale), completamente allineato in materia con il Regolamento Europeo e che permette dunque di sanzionare anche veicoli e autisti di San Marino e altri 19 Stati come Albania, Russia, Serbia, Monaco, Andorra e così via.

Redazione
La redazione di Uomini e Trasporti

close-link